Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ivan, scopriamo lo zar umbro che può dare l'oro al volley italiano

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Non prendete impegni per domenica alle 18,15 perché la medaglia che l'Italvolley conquisterà nella finalissima delle Olimpiadi contro i padroni di casa del Brasile avrà un gusto molto speciale per l'Umbria. A mettersela al collo sarà anche Ivan Zaytsev, i primi vagiti del quale echeggiarono il 2 ottobre 1988 nella sala parto dell'ospedale di Spoleto. Da allora, di acqua sotto i ponti e di schiacciate a fil di rete ne sono passate a milioni, mentre l'ascesa internazionale di Ivan continuava a ritmo serrato fino alla straordinaria prestazione che venerdì sera ha consentito all'Italia di battere gli Stati Uniti e centrare l'accesso in finale. Una rimonta poderosa, quella degli azzurri, che non sarebbe stata tale se non ci avesse messo tantissimo di suo il ventottenne spoletino. Quando alla fine del terzo set tutto sembrava perduto, Zaytsev s'è letteralmente caricato la squadra sulle spalle, l'ha portata alla vittoria nel quarto set e allo storico trionfo al tie break. SERVIZIO COMPLETO DI MAURO BARZAGNA SUL CORRIERE DELL'UMBRIA DEL 21 AGOSTO