Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Europei, Santarelli d'argento: solo la Francia ferma gli azzurri

Andrea Santarelli, primo da destra

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Andrea Santarelli ha conquistato la medaglia d'argento a squadre con l'Italia agli Europei di scherma a Torun in Polonia. Per il folignate è la prima da quando è passato fra i "grandi". Dopo l'uscita agli ottavi di finale nel torneo individuale, lo spadista di Foligno è stato protagonista con Enrico Garozzo e Paolo Pizzo, di una esaltante giornata, che non ha portato la ciliegina sulla torta, soltanto perché in finale l'Italia ha affrontato la Francia, la formazione più forte del lotto. Comunque, l'argento riportato in Italia, è il viatico migliore per Santarelli e compagni, in vista delle Olimpiadi di Rio, col folignate protagonista solo nella prova a squadre. Intanto c'è da festeggiare un bell'argento arrivato dopo un ottimo torneo giocato fra le formazioni più forti: Francia, Ucraina e Italia sono in testa al ranking. “Questi atleti meritano applausi a scena aperta...” ha detto alla fine il ct Sandro Cuomo. La sua squadra (il quarto era Lorenzo Buzzi) è arrivata in finale al termine di un assalto al cardiopalma contro l'Ucraina che, lo scorso anno ai Mondiali di Mosca, sconfisse gli azzurri in semifinale. Stavolta a vincere col punteggio di 29-28 è la squadra italiana che ai quarti di finale aveva battuto la Russia per 27-21, anche in quel caso con una rimonta avviata da Santarelli, proseguita da Pizzo e conclusa da Enrico Garozzo. In finale la sfida è stata molto tattica e combattuta, anche se la Francia ha saputo scappare con autorità alla fine del terzo assalto, senza lasciare poi scampo all'Italia. L'esordio in pedana per l'assalto al metallo più prezioso, è stato proprio di Andrea Santarelli che ha chiuso il suo impegno lasciando in eredità a Garozzo, un punto di vantaggio: 5-4. Però, nel secondo assalto, l'italiano e il francese sono stati fermati dopo poco per scarsa combattività. Tutto un altro atteggiamento nel terzo assalto. L'italiano Pizzo ha cominciato bene andando in vantaggio per 8-6, ma poi l'avversario transalpino ha cambiato marcia ribaltando tutto e con un parziale di 8-5, ha lanciato i suoi verso la vittoria, consegnado al suo compagno del quarto assalto, il 15-13. Toccava poi proprio a Santarelli cercare di rimettere in corsa gli azzurri, ma per la seconda volta, il match veniva interrotto per passività. Per il quinto assalto, tornava così in pedana Pizzo che era molto attivo e sceglieva l'attacco, ma non produceva effetti e si andava al sesto assalto con la Francia in vantaggio 22-25. Garozzo poi non migliorava e lasciava ancora a Pizzo da recupeare quattro punti: 25-29. L'Italiano provava ad essere aggressivo, ma il risultato era il 28-34 Francia, da consegnare a Santarelli. Il folignate perdeva il suo assalto per 5-6 e passava a Garozzo l'ingrato compito di cercare la rimonta dal -6 (34-40). Negli ultimi tre minuti l'Italia vinceva 6-5, ma prima dello scadere del tempo di gara, la Francia trovava le cinque stoccate che valevano l'oro. Applausi anche per l'Italia che ha fatto davvero tanto.