Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fere, rabbia Ceravolo: "Hanno vinto con tre tiri"

Fabio Ceravolo

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

"Io e i miei compagni siamo molto rammaricati per una sconfitta incredibile, maturata malgrado una prestazione complessivamente positiva, tranne una fase iniziale di studio da entrambe le parti. Purtroppo la grande reazione evidenziata dopo il raddoppio della squadra ligure non ci garantisce un pareggio che a mio avviso sarebbe stato meritato per il forcing furibondo esercitato nella mezzora finale del match". Fabio Ceravolo è amareggiato per il rocambolesco ko rimediato dalla Ternana contro lo Spezia (il quinto stagionale tra le mura amiche) e non fa nulla per nasconderlo. "Sul doppio svantaggio - spiega l'ex reggino - una squadra meno forte della nostra sul piano caratteriale avrebbe rischiato di andare alla deriva. E invece questo gruppo è molto solido a livello mentale e non si arrende mai. Per di più la mia rete, giunta a metà ripresa e scaturita da uno splendido lancio di Zanon, cambia il quadro psicologico e ci restituisce fiducia, consentendoci di mettere alle corde gli avversari, tornati a casa col bottino pieno grazie ad una notevole dose di buona sorte. Francamente non credo di essere smentito da qualcuno se affermo che oltre ai gol di Piccolo e Nené e alla traversa di Catellani a tempo scaduto la squadra di Di Carlo non tira mai in porta, lasciando Mazzoni del tutto inoperoso. Noi invece sfioriamo il pareggio prima dell'intervallo con Falletti, col sottoscritto e col salvataggio sulla linea di Postigo e anche e soprattutto nel finale con Avenatti".