Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, restano i big: in partenza Janse e Belloni

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Lasciare inalterato il gruppo dei 15-16 co-titolari. Sostituire adeguatamente gli elementi in partenza, ossia quelli che vogliono trovare maggiore spazio rispetto al girone di andata. Ingaggiare un difensore centrale utilizzabile anche come laterale mancino “basso” (per coprire le spalle a Vitale) e dragare il mercato alla ricerca di un centravanti col migliore rapporto possibile qualità-prezzo (nessuna novità in vista invece per il reparto centrale). Mandare a giocare i giovani finora mai impiegati. Queste le 4 direttrici sulle quali si basa il “mercato di riparazione” della Ternana, inevitabilmente condizionato dalla normativa concernente la lista over (attualmente a pieno regime, poiché composta da 18 elementi). In ogni caso, nulla può essere categoricamente escluso. In entrata e in uscita.  Big verso la conferma Salvo offerte irrinunciabili restano tutti i pezzi pregiati, compresi quelli in scadenza a giugno, ossia Meccariello, Vitale e Ceravolo, con i quali rimane (ovviamente) aperto il discorso relativo al possibile prolungamento contrattuale. Discorso destinato ad essere approfondito (presumibilmente) tra un mese, ma nella consapevolezza che dal 3 febbraio il difensore centrale, il terzino sinistro e l'attaccante potrebbero firmare per un altro club, per poi svincolarsi a parametro zero a fine campionato. Rischio calcolato? In bilico Janse e Belloni chiedono di giocare con maggiore continuità e poiché vantano alcune richieste (rispettivamente da Pisa e Pro Vercelli) potrebbero fare le valigie. Il condizionale però è d'obbligo. In caso di addio del laterale olandese, Acri potrebbe fiondarsi su un elemento esperto come Ceccarelli (soltanto un paio di panchine in questa stagione a Bologna) o su un giovane dalle buone potenzialità (patrocinato da Pocetta) come Fontanesi (19 anni a metà febbraio, in uscita dal Sassuolo, 3 presenze come titolare nello scorso torneo e 12 panchine in quello attuale). Ovviamente la scelta dipende anche e soprattutto dalla possibilità di liberare una casella nella lista over (probabilmente mediante la cessione di Dianda). Nel mirino Le priorità in entrata sono un marcatore mancino in grado di giostrare all'occorrenza anche sulla fascia sinistra e una punta centrale. Per il primo ruolo piace Esposito (‘86, pronto a lasciare il Latina), per il secondo invece si attende l'inizio del “valzer degli attaccanti” (e anche qui per puntare su un over sarebbe necessario fargli posto attraverso una cessione). Valigie pronte Vicinissimi alla cessione in prestito secco Gava (Maceratese o Pro Patria), Lo Porto (Lumezzane, Paganese o Rimini) e Taurino (Martina Franca), mentre dovrebbe restare Monteleone.