Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Torna il Raduno Ducati Sant'Egidio, attesi 200 equipaggi

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Il conto alla rovescia è iniziato già da qualche mese, all'indomani della felice conclusione dell'ottava edizione. Le riunioni per mettere insieme idee ed allacciare contatti sono state proficue e sabato 19 e domenica 20 settembre tornerà il Raduno Ducati Sant'Egidio, a Perugia. Ad idearlo un gruppo di 5 amici, che sulla scia della vittoria al Mondiale nel 2007 con Casey Stoner offrirono panini e porchetta ai ducatisti che avevano atteso di assaporare quell'ebbrezza dal 2003, con il ritorno del marchio italiano nella classe regina. L'appuntamento, pensato una tantum, è divenuto progressivamente punto di riferimento in Italia centrale, strutturandosi ed arricchendosi di peculiarità. “Per quest'anno – spiegano gli organizzatori-attori – abbiamo pensato al sequel del 2014, lì vedevamo lo staff appropriarsi di un gruppo di moto rinvenute per caso in un magazzino, ora la situazione sarà analoga ma con moto diverse. Infatti, ed è un fatto reale, recentemente ne abbiamo acquistate di nuove”. Intanto al ‘Desmo Village' a seguire i preparativi anche gli operatori della Pro Loco e dell'Asd Sant'Egidio, che assicurano gli spazi e la famosa torta al testo apprezzata dai non umbri, a riprova che il motoraduno è un evento capace di mobilitare il Paese. Come sempre attesi tanti equipaggi. E' azzardato fare previsioni, ma l'obiettivo è superare quota 190. Fra gli ospiti, il pilota Davide Zaccagnini della nazionale italiana Trial, affiancato da un collega, che intratterrà il pubblico con spettacolari evoluzioni e due noti collezionisti. Giuseppe Sandroni di Pesaro esporrà tra l'altro le Ducati Gp di Loris Capirossi e Troy Bayliss, mentre Lauro Micozzi accanto ad esemplari prestigiosi di moto Gp storiche ha promesso di portare la Moto Guzzi 8 cilindri degli Anni Cinquanta, della quale esistono solo 2 esemplari al mondo. Non mancheranno la musica live con la cover band Vasco Rossi ‘Le Bollicine' e la Lotteria. Primo premio una tuta ed un casco Ducati ed a seguire due viaggi per assistere a gare della MotoGp.