Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, più vicino il ritorno di Toscano e la conferma di Cozzella

Luca Giovannetti
  • a
  • a
  • a

A soli 9 giorni dal raduno (fissato per domenica 12 luglio al “Garden” Hotel, poi 48 ore dedicate a visite mediche e test atletici prima della partenza per il ritiro di Norcia) la Ternana ha soltanto 11 giocatori sotto contratto. Si tratta del tornante offensivo Russini (‘96, tornato alla base dopo aver collezionato nella passata stagione 10 panchine con le Fere nel girone di andata e 10 presenze nella Paganese nel girone di ritorno) e di 10 elementi in rosa nello scorso torneo, ossia i portieri Sala (‘93) e Gava (‘94), i difensori Masi (‘92), Meccariello (‘91) e Valjent (‘95), il laterale mancino Vitale (‘87), il centrocampista Palumbo (‘96), il trequartista Falletti (‘92), gli attaccanti Avenatti (‘93) e Ceravolo (‘87). Pochi, anche perché Avenatti ha le valigie pronte (Cagliari in netto vantaggio sul Leeds), Meccariello (autore di una doppietta con la nazionale universitaria nel 5-2 inflitto giovedì notte al Canada in Corea del Sud) è nel mirino di Avellino, Salernitana e Lugano e anche Vitale e Ceravolo (entrambi col contratto in scadenza nel giugno del 2016) potrebbero partire. Di contro potrebbe tornare Popescu ('93, il Cagliari sarebbe disposto a concederlo come parziale contropartita nell'ambito dell'affare Avenatti) ma l'organico sarebbe comunque molto ridotto sul piano numerico. E la probabile presenza in ritiro di alcuni Primavera classe ‘96 che si sono affacciati in prima squadra nello scorso torneo, ossia i difensori Boninsegni e Gagliardini e i centrocampisti Massimi e Tascone, non muterebbe sostanzialmente il quadro. Pertanto è lecito sperare che nel corso della prossima settimana possa decollare il mercato in entrata. Al tal proposito da segnalare che Mattia Vitale, giovane talento del vivaio della Juventus, piace per il centrocampo. Tuttavia prima di provvedere a qualche acquisto la società dovrà sciogliere gli interrogativi legati al diesse e all'allenatore. Nel primo caso appare probabile la conferma di Cozzella (anche perché legato a livello contrattuale a via Aleardi), mentre perde consistenza l'ipotesi di un affiancamento con Valentini ceratese, Reggiana, Messina, Ascoli e Padova). Nel secondo caso sembra pressoché scontato il ritorno di Toscano (rientrato nella sua casa di Rende dopo una settimana di vacanza in Sicilia). Il tecnico calabrese (reduce dalla trionfale stagione di Novara, con la promozione in B e la vittoria nella Super Coppa di Lega Pro) nei giorni scorsi ha lasciato cadere le allettanti proposte di Benevento e Lecce. A Terni ha vinto il torneo di Prima divisione (2011-12) e ha centrato un nono posto alla prima esperienza nel torneo cadetto (2012-13) prima di essere esonerato (31 dicembre 2013) con le Fere reduci dal successo casalingo contro la Reggina e fuori dai play out. Adesso è pronto a riprendere il discorso interrotto. Le alternative restano Gautieri e Foscarini.