Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coppa del mondo, oro e bronzo per le umbre Bacosi e Spada

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Per il tiro a volo italiano, quella vissuta sulle pedane dell'Equestrian, Shooting and Golf Club di Al Ain è una giornata da incorniciare. La gara di Skeet femminile è stata letteralmente dominata dalle tiratrici azzurre, che hanno assediato il podio e fatto man bassa di medaglie e carte olimpiche. Diana Bacosi (Esercito), Chiara Cainero (Forestale) e Katiuscia Spada (Fiamme Oro) non hanno avuto rivali e con una prova di forza e carattere hanno eguagliato la doppietta messa a segno, meno di venti giorni fa ad Acapulco, dai colleghi e compagni di squadra Valerio Luchini (Carabinieri) e Riccardo Filippelli (Esercito) impegnati nella prima prova di Coppa del mondo 2015. Una gara molto emozionante in cui le azzurre hanno scritto parte del risultato finale già prima della semifinale. Infatti, riuscendo a rientrare nel sestetto delle migliori insieme ad Elena Allen (Gbr), a Catlin Connor (Usa), entrambe fuori dalla corsa ai pass per Rio, ed all'australiana Laura Coles, le tre italiane avevano già in tasca almeno una carta. Nei 16 piattelli decisivi per l'accesso ai medal matches, Bacosi e Cainero, rispettivamente con 14 e 13, si sono assicurate entrambi i pass in palio e l'accesso al duello più prestigioso, mentre la Spada, autrice di un buon 12, è risultata terza ed ha conquistato il primo posto del bronze medal match con l'australiana Laura Coles. Uno scontro al vertice tutto azzurro, insomma, in cui Diana Bacosi, originaria di Città della Pieve e da anni adottata dalla toscana Cetona, ha affrontato e battuta la friulana Chiara Cainero di Udine, campionessa olimpica di Pechino 2008 e campionessa europea in carica.