Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Via libera al protocollo per gli allenamenti. Il 28 maggio si decide sulla Serie A

Il logo della Serie A

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Via libera del Cts al protocollo di sicurezza sanitaria che avevano proposto Figc e Lega A per gli allenamenti di gruppo. La ripresa del campionato dunque sembra più vicina: "Ho convocato per giovedì 28 maggio alle 15 una riunione con Gravina e Dal Pino e le altre componenti di Federazione e Lega. Per quella data avremo i dati a disposizione per poter insieme con il Governo decidere una data certa per la ripartenza" ha svelato il ministro Spadafora. Il nuovo protocollo autorizza dunque le sedute collettive e non obbligherà più i giocatori a restare stabilmente nel centro sportivo. Potranno dormire a casa, a meno che non venga trovato nella squadra un positivo. A quel punto il contagiato sarà posto in quarantena, mentre la mappatura dei contatti del soggetto positivo (il resto della squadra e lo staff) seguirà le prescrizioni del Servizio Sanitario Nazionale che prevedono la quarantena per due settimane. Il gruppo squadra quindi verrà sottoposto a isolamento fiduciario in una struttura concordata (di certo il centro sportivo del club) e sottoposto ad attenta valutazione clinica (tamponi ogni 48 ore per due settimane). Nessuno potrà avere contatti esterni, ma potranno continuare ad allenarsi. Queste raccomandazioni valgono solo per la ripresa degli allenamenti di squadra e andranno riaggiornate nel momento in cui si parlerà del ritorno alle partite. Confermato infine l'aumento dei controlli: tamponi tre giorni prima dell'inizio degli allenamenti collettivi, il giorno dell'avvio e una volta ogni quattro giorni; test sierologici il giorno dell'avvio e dopo due settimane. Guarda anche: il video della lite tra Capello e Bergomi.