Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, Bandecchi a Ghirelli: "Play off o gli avvocati sono pronti"

ghirelli

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

  La spaccatura in assemblea c'è stata. Una di quelle crepe che alimenta ancora di più i tanti dubbi della Lega Pro e che ha alzato il livello di nervosismo, giustificato, di Stefano Bandecchi. Il presidente della Ternana ha definito la soluzione del merito sportivo per la quarta promozione in Serie B “la peggiore partorita fino adesso, in confronto avrei preferito consegnarmi al sorteggio”. Della serie: meglio giocare con la buona sorte che non giocare affatto. Insomma, non una di quelle giornate splendide, come definita da Ghirelli, ma un'assemblea che ha ancora di più gettato ombre non solo sull'attuale ma anche sulla prossima stagione. Intanto però, se da un lato il voto di maggioranza è arrivato sulla conclusione del campionato e sulla promozione per le prime dei gironi, i voti si sono divisi tra merito sportivo e playoff con buona pace dei tanti, inaspettati, astenuti. Bandecchi su questo non fa troppi giri di parole: “Per fare gli spareggi in totale sicurezza ci vuole un esborso di 90mila euro. Chi non ce li ha se ne resti a casa. Sono d'accordo nel non giocare le ultime partite di campionato e nel mandare in Serie B la prima di ogni girone, decisioni che tra l'altro hanno raggiunto la maggioranza dei voti, ma gli spareggi in piena sicurezza possono essere fatti. Che sia luglio, agosto o anche settembre non mi interessa”. Ed ecco che il solco della crepa si fa sempre più profondo. Ieri è arrivato il voto di maggioranza anche per blocco delle retrocessioni e ripescaggi, che andrebbe a creare una Lega Pro extralarge da 69 squadre, fallimenti all'orizzonte e riforma permettendo. Ma la riforma ha tempi lunghi e deve trovare sulla sua strada, tra le altre cose, una legge per il semiprofessionismo. Insomma, un quadro a tinte fosche, che rischia di essere anticipato da un'estate rovente se la soluzione del merito sportivo per la quarta promossa dovesse diventare realtà dopo il Consiglio Federale. Anche in questo frangente il tono di Bandecchi non tende a scemare: “ I nostri avvocati sono già pronti. Questo perché il format prevede i playoff. In caso contrario le cause, diverse oltre la mia a dirla tutta, sono già pronte a partire. La Federazione con me ha già sbagliato una volta. Non vorrei si sbagliasse di nuovo”. L'unica battuta che Bandecchi si concede, incline sempre alla sua riconosciuta vena scaramantica, arriva solo sul finire di telefonata: “ In fondo perché non farli, tanto li vincerà il Carpi”. Playoff o ricorso da far partire subito: il finale di stagione per la Ternana è a un bivio.