Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Leon alla Sir: "Meglio così, senza pubblico è bruttissimo"

De Cecco, Leon, Podrascanin, Atanasijevic e Colaci con la Supercoppa

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Il bilancio di Leon. Ammette che si poteva fare di più, saluta i compagni che lasciano la Sir e ha parole al miele per i tifosi, i migliori della serie A: “Meglio lo stop che giocare a porte chiuse senza di voi”. L'asso cubano ha lasciato Perugia destinazione Varsavia, dove vive. “La stagione non è andata nel modo che tutti noi avremmo voluto ma il Coronavirus ci ha imposto il fermo.  Voglio ringraziare coach Heynen, staff e dirigenti per questi 6 mesi di duro lavoro. Abbiamo avuto i nostri alti e bassi e spero che impareremo da questi per la prossima stagione”. Poi il commiato a Podrascanin e De Cecco: “E' triste salutare i giocatori che stanno partendo. Specialmente quelli che hanno avuto una storia lunga e bellissima all'interno del club, ma mi mancheranno tutti”. Dai giocatori ai Sirmaniaci: “Sono i migliori tifosi della Serie A. Ci date tanta energia, sarebbe stato inimmaginabile giocare senza di voi al PalaBarton, così, da questo punto di vista, è una buona cosa che la stagione non sia proseguita. Alla comunità della Sir Safety Volley e ai tifosi, auguro tanta salute per i prossimi mesi. Stiamo a casa il più possibile per sbarazzarci del virus”. Luca Mercadini