Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, è morto l'ex giocatore del Gubbio Vincenzo Pasqua

foto Gavirati

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Luca Mercadini E' morto Vincenzo Pasqua. Per tutti, a Gubbio, dove ha giocato negli anni '70 in Quarta Serie era Fucilino. Uno dei più grandi bomber della storia rossoblù (è nella top ten dei cannonieri di tutti i tempi), molto caro al pubblico della vecchia Fossa dei Leoni dove in suo onore campeggiava il famoso striscione "Dio perdona, Fucilino no" a testimoniare le doti innate di goleador di razza che castigava le difese avversarie. Pasqua, che era rimasto sempre molto legato a Gubbio, viveva a Perugia. Aveva 76 anni e ancora si dilettava a giocare con la rappresentativa dei magistrati e avvocati. Sebastiano Coletti, grande ex degli anni '50 e suo amico scherzava spesso con lui: "Tu e gli altri avete fatto tanti gol perchè alla vistra epoca non c'era uno stopper come me...". Lo ha stroncato il Coronavirus, un male oscuro e invisibile, nonostante godesse di buona salute.