Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mercato del Perugia, arriva Greco. Iemmello è stato vicino all'addio

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Probabilmente non è andata esattamente come voleva il Perugia questa sessione di mercato invernale. Che si chiude con l'arrivo del regista Leandro Greco (33 anni, ex Cosenza e un passato anche alla Roma) e zero uscite. Così Serse Cosmi dovrà allenare 29 grifoni, a meno che il mercato estero non venga in soccorso del club biancorosso. Diversi grifoni hanno rifiutato alcune destinazioni (su tutti Rodin e Balic oltre a Carraro e Capone), mentre negli ultimi istanti allo Sheraton di Milano non si è concretizzato lo scambio con l'Ascoli (Buonaiuto nelle Marche e Piccinocchi in Umbria). ECCO RAJKOVIC Così sono quattro i rinforzi di gennaio: il difensore Rajkovic, gli esterni di destra Benzar e Barone, il regista Greco che ha firmato a titolo definitivo sino a giugno. PORTIERI Guglielmo Vicario (23), Andrea Fulignati (25), Marco Albertoni (24). DIFENSORI Aleandro Rosi (32), Norbert Gyomber (27), Gabriele Angella (30), Filippo Sgarbi (22), Slobodan Rajkovic (30), Matej Rodin (23). ESTERNI (QUINTI) Pasquale Mazzocchi (24), Romario Benzar (27), Giuseppe Barone (21), , Nicola Falasco (26), Mardochee Nzita (19), Gianluca Di Chiara (26). CENTROCAMPISTI Marcello Falzerano (28), Christian Kouan (20), Amara Konate (20), Marco Carraro (22), Leandro Greco (33), Andrija Balic (22), Hans Nicolussi Caviglia (19), Vlad Dragomir (20). ATTACCANTI Paolo Fernandes (21), Christian Capone (20), Cristian Buonaiuto (27), Federico Melchiorri (33), Diego Falcinelli (28), Pietro Iemmello (27). LA FURIA DI COSMI Le ultime ore di mercato hanno visto Pietro Iemmello protagonista: poteva lasciare il Perugia. Sì perché il capocannoniere della serie B è stato corteggiato dal Pescara. Il club abruzzese, dopo essere stato in pressing su Federico Melchiorri per tutto il mese, ha provato a virare su Re Pietro. Tutto è partito nella tarda serata di giovedì quando in una cena tra Davide Lippi (procuratore dell'attaccante), il presidente del Pescara e il diesse del Benevento, si è fatta strada l'ipotesi di un trasferimento di Iemmello. Il Pescara sonda il terreno con il Perugia e riceve una risposta netta: un milione di euro per l'interruzione del prestito più il centrocampista Luca Palmiero (in prestito al Delfino, ma di proprietà del Napoli). Il Pescara nicchia, con il Parma che monitora lo svilupparsi della situazione. Il Pescara tenta a ripetizione il procuratore del giocatore e il Perugia ma senza fare breccia nel presidente Santopadre che continua a sparare alto. Nel frattempo il giocatore, preparatosi per l'allenamento pomeridiano, resta nello spogliatoio. Probabilmente in attesa di novità da Milano. Ma alla fine il Perugia non cede e Iemmello resta biancorosso. Così come Melchiorri, l'altro oggetto dei desideri del Pescara.