Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Porchetta, vino e solidarietà nel nome del Perugia

Esplora:

Daniele Cibruscola
  • a
  • a
  • a

L'hanno ribattezzata, a ragione, ultrasolidarietà. “Perché il cuore degli degli ultras è un grande cuore”. Ed è davvero un muscolo enorme quello che batte nel petto della curva Nord del Perugia. Vedi festa organizzatadai tifosi biancorossi, all'antistadio, con la “scusa” della serie B appena conquistata. Un alibi, appunto, o poco più: l'intero incasso della serata è stato infatti devoluto all'Unione italiana ciechi e ipovedenti di Perugia. Il cui presidente, Raniero Pericolini, ha giustamente dato vita al neologismo. “Ultrasolidarietà - ripete - perché senza l'impegno di persone del genere quest'anno non riusciremmo a organizzare i campi estivi di formazione per i bimbi di cui ci occupiamo”. I fondi pubblici destinati a Onlus come l'Uic scarseggiano. Di questi tempi c'è bisogno dell'aiuto di tutti. “Abbiamo chiesto, e gli ultras e i tifosi del Perugia hanno risposto: ‘Presenti!'”. Porchetta, musica, vino rosso e solidarietà.