Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gridano "Juventino" all'arbitro, il club multato risponde per le rime

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

La SF Castiglione del Lago multata con 120 euro perché propri sostenitori gridano all'arbitro "sei uno juventino" replica al verdetto del giudice sportivo e preannuncia ricorso. "Dal referto arbitrale acquisito ufficialmente, risulta indicata la sola parola juventino, senza accostamenti di sorta, unitamente ad altre frasi chiaramente censurabili che il pubblico di entrambe le squadre, avrebbe proferito all'indirizzo dell'arbitro, senza che sul referto medesimo sia fatto riferimento esclusivo alla SF Castiglione del Lago A.S.D. Nella sostanza il tabellino della gara casalinga vinta contro il Castel del Piano ha visto la compagine di casa imporsi con il risultato di 3-2 andando in vantaggio per 3-1, e difficilmente con tale situazione di vantaggio i propri sostenitori avrebbero potuto inveire e proferire nei confronti del direttore di gara le accuse riportate nel comunicato ufficiale della FIGC Umbra". Ad ulteriore chiarimento, il Castel del Piano, come da referto arbitrale, "accorciava le distanze all'ultimo minuto e nelle fasi di recupero il direttore di gara non assegnava alla compagine ospite un dubbio calcio di rigore che scaturiva proteste tra il pubblico e che portava alla vittoria della squadra SF Castiglione del Lago A.S.D., con grande entusiasmo di coloro che di fatto avevano vinto la partita. Tale circostanza, lascia facile interpretazione a tutti, che proprio la compagine di casa non aveva motivo alcuno di protestare e offendere la reputazione del direttore di gara". La SF Castiglione del Lago preannuncia, quindi, ricorso contro la sentenza del giudice sportivo, ritenendo che non siano stati i propri sostenitori a pronunciare la frase "incriminata".