Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, dopo il pari di Ravenna, Notari e Torrente in coro: "Due punti persi"

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

“Era una partita da vincere a Ravenna, e se non fai bottino pieno contro queste squadre diventa poi difficile arrivare al giro di boa in buona posizione, per poi dare battaglia fino alla fine per conquistare la salvezza”. A fine gara il presidente Notari è amareggiato e arrabbiato. “Abbiamo avuto tre volte il vantaggio e altrettante occasioni per chiudere il match ma abbiamo commesso troppe ingenuità e alcuni errori evitabili che ci sono stati fatti pagare a caro prezzo”. Guardando al bicchiere mezzo pieno alla fine c'è un punto in più in classifica che ne dice? “Amara consolazione. Si, è vero abbiamo mosso la classifica ma abbiamo perso due punti e questo non mi piace”. In sala stampa anche il tecnico Torrente non ha voglia di sorridere. È un pareggio che sa quasi di sconfitta? “Abbiamo dominato il match, sopratutto nel primo tempo oltre ai gol abbiamo creato almeno tre occasioni nitide per chiudere i conti, ma le abbiamo sciupate. C'è grande rammarico per una vittoria che avevamo costruito con il gioco, la grinta e la determinazione di un Gubbio che adesso è una squadra vera, ha personalità e un suo gioco. Mi dispiace soprattutto per i ragazzi perché non sono riusciti a conquistare l'intera posta in palio nonostante una prestazione positiva. Però anche stavolta abbiamo commesso errori e ingenuità che non voglio più vedere perché la squadra ha tutte le potenzialità per fare bene”. È stata forse la miglior partita della sua gestione? “Esatto, siamo in crescendo e devo ringraziare lo staff medico e tutti i nostri collaboratori perché la strada sta bene corre e anche su un campo impossibile come questo di Ravenna ha cercato di giocare sempre la palla”. Il risvolto della medaglia è che in queste ultime tre partite giocate bene avete conquistato un solo punto. “È proprio questo il grosso rammarico. Per tre volte siamo andati in vantaggio e quando una squadra in trasferta riesce in un impresa come questa alla fine deve chiudere la partita. Abbiamo avuto diverse occasioni per farlo purtroppo le abbiamo fallite e specialmente i primi due gol li abbiamo regalato noi”. Se dovesse indicare il migliore tra i suoi calciatori? “Tutta la squadra ha giocato una buona partita e non parlo mai dei singoli. Ma questa volta faccio un'eccezione e dico che Maini ha fatto un partitone pur non giocando da diverse settimane. Le cose che invece non mi sono assolutamente piaciute sono state le ingenuità che ci sono costate tre gol”. Cosa manca ancora a questa squadra? “Maggiore attenzione ai dettagli perché sono quelli che fanno la differenza”.