Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Sir festeggia con Atanasijevic e Podrascanin, i campioni d'Europa

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Si è chiuso l'Europeo maschile di pallavolo con la Sir Safety Conad Perugia che “termina” la rassegna continentale con tre medaglie per i propri giocatori. Due sono del metallo più prezioso grazie alla vittoria in finale della Serbia dell'ex tecnico bianconero Boban Kovac e dei Block Devils Aleksandar Atanasijevic e Marko Podrascanin sulla Slovenia. 3-1 il risultato finale nella replica, potenza delle coincidenze, della finale degli Europei di basket. Oro dunque alla Serbia con Atanasijevic che chiude la finale da best scorer con 22 punti a referto (con 1 ace, 4 muri ed il 55% in attacco) e con Podrascanin a quota 5 (3 attacchi e 2 muri). Per l'opposto serbo-perugino terzo posto assoluto nella classifica dei bomber dell'Europeo con 143 punti totali, il Potke chiude quarto in quella dei muratori con 18 punti diretti nel fondamentale. La terza medaglia è invece quella di bronzo e la porta a casa Wilfredo Leon Venero con la Polonia capace di superare, nella “finalina” di sabato, i padroni di casa della Francia con un rotondo 3-0. 18 i punti di Leon nella sfida per il terzo posto con il 57% sotto rete, settimo posto finale nella graduatoria dei migliori realizzatori e terzo in quella dei migliori battitori con 17 ace totali. Medaglia di bronzo ovviamente anche per la guida tecnica della Polonia e di Perugia Vital Heynen che ora, insieme a Leon, vola alla volta del Giappone per la World Cup in programma a partire da domani 1 ottobre fino a martedì 15 ottobre e che vedrà impegnato, restando in casa bianconera, anche il centrale Roberto Russo con l'Italia.