Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Preside "eroe" premiata da Mattarella

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

“Commossa e sorpresa: non so se merito questo riconoscimento, ma di certo ho dato e continuo a dare il massimo”. A parlare è la preside delle scuole di Norcia, Rosella Tonti, premiata il 29 dicembre dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella con l'onorificenza al merito per l'impegno con cui ha fronteggiato l'emergenza terremoto del 2016. Il premio del Quirinale è stato assegnato anche ad altri 32 cittadini “eroi”, ma alla preside coraggiosa il riconoscimento viene consegnato “per la professionalità e l'umanità con cui si è spesa per garantire il regolare svolgimento dell'attività scolastica e la coesione della comunità locale a seguito del sisma del 2016”. Da sola alla guida dell'omnicomprensivo di Norcia e delle scuole di Cascia, la Tonti durante l'emergenza è sempre stata in prima linea per gli studenti di ogni ordine e grado e lì è rimasta nei due anni e mezzo successivi, né conta di arretrare di un passo: “Non so se merito questa onorificenza – dice la Tonti - ma ho dato il massimo e continuo a farlo ogni giorno, anche ora che il terremoto sembra così lontano, nonostante la quotidianità sia ancora dura. Forse Mattarella ha voluto premiare la tenacia di chi resiste in questo lungo e difficile percorso di ricostruzione delle nostre comunità”. Il 2018 per la Tonti si chiude con l'onorificenza al merito del Quirinale, ma in corso c'è il terzo anno scolastico post sisma: “Abbiamo tutti fatto tanto per i nostri ragazzi, ma dobbiamo fare di più per formarli e stimolarli ancora e, soprattutto, per assicurargli delle prospettive concrete”.