Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aree vincolate disboscate in Valnerina: 5 indagati e maxi multe

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

 Cinque indagati e maxi multa da 190mila euro per il disboscamento di aree vincolate della Valnerina. La Procura (pm Patrizia Mattei) ha chiuso le indagini sul taglio a raso vietato in diverse aree boschive ricadenti nel comune di Sant'Anatolia di Narco. L'indagine, portata avanti dai carabinieri forestali,  era scattata nell'autunno del 2015 a seguito della segnalazione di un cittadino. Nel mirino degli inquirenti sono finiti tre imprenditori agricoli e due tecnici accusati a vario titolo di reati ambientali, falso in atto pubblico e tentata truffa aggravata per aver chiesto alla Regione fondi europei. Contestate anche un'ottantina di violazioni amministrative, con relativa maxi sanzione che sfiora quota 190mila euro. L'attività illecita di disboscamento è avvenuta a macchia di leopardo tra Campetti, Campolungo, Case San Pietro e Casaccia, in quest'ultima località i carabinieri forestali hanno contestato anche interventi edilizi abusivi, come l'installazione di fontanili e recinzioni. Per quanto riguarda la richiesta di accesso ai contributi del Piano di sviluppo rurale per migliorie alla proprietà fondiaria, con un progetto da circa 150 mila euro, con le indagini dei militari la pratica è stata subito segnalata in Regione, fermata e i contributi mai erogati.