Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caccia "selvaggia", scattano i controlli delle guardie Wwf: denunce e multe

Cesare Bertoldi
  • a
  • a
  • a

Raffica di controlli delle guardie del Wwf di Perugia nello Spoletino che hanno fatto emergere diversi illeciti da parte di cacciatori, alcuni dei quali per non essere pizzicati si sarebbero dati “alla fuga nei campi”, come conferma il Coordinatore regionale delle guardie del Wwf Sauro Presenzini. Le verifiche sono scattate a seguito di numerose segnalazioni da parte di cittadini ma anche appassionati del mondo venatorio, per alcuni comportamenti poco ortodossi. “A Protte di Spoleto cacciatori sparavano e abbattevano fauna selvatica protetta - spiega Presenzini - e le guardie Wwf hanno denunciato alla Procura un seguace di Diana, che aveva abbattuto tortore dal collare e in sinergia con il Corpo Forestale dello Stato di Spoleto si è provveduto a sequestrare sia il fucile che le munizioni e anche la selvaggina, quale mezzo di prova”. Sempre a Protte è scattata una sanzione di 612 euro per un appostamento fisso abusivo con uso di richiami, privo della necessaria autorizzazione, oltre ad altre sanzioni minori e sequestri di armi e munizioni, sia per l'omessa annotazione del tesserino venatorio, che per il mancato rispetto della distanza di sicurezza da strade e case. “A Colle Marozzo - aggiunge il coordinatore delle guardie del Wwf - un cacciatore aveva alterato un'arma per aumentarne la potenzialità d'offesa, omettendo di porre in essere le opportune e necessarie cautele in tema di detenzione di armi, che specialmente di questi tempi, non solo devono essere custodite con la massima diligenza. Pronto ed efficiente l'intervento della Polizia che ha proceduto per le successive e previste incombenze di rito”. Il coordinamento delle guardie del Wwf ha altresì provveduto a inviare apposita informativa al Questore di Perugia: “La caccia è per gli appassionati della materia un'attività ludica, che deve e può essere esercitata senza animosità - conclude Presenzini - e senza commettere illeciti”