Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Programma ricco al Festival di Spoleto

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

"Il Festival di Spoleto si riconferma per la vivacità e si caratterizza con un percorso che vuole festeggiare i suoi sessant'anni, diventando una festa per tutta la cultura italiana. È un incontro col mondo, non solo una serie di eventi belli e attraenti. Un esempio per tutto il Paese". Con queste parole la sottosgretaria Ilaria Buitoni Borletti ha accolto nella mattinata del 3 maggio 2017 a Roma amici, sponsor, artisti e giornalisti alla presentazione del prossimo Festival dei 2 Mondi, in programma dal 30 giugno al 16 luglio. Colombia e Russia sono ormai presenze stabili, la Cina è la nuova realtà che verrà proposta dalla kermesse spoletina. L'inaugurazione della rassegna, il 30 giugno al teatro Menotti sarà affidata all'opera lirica. Concerto di chiusura in piazza affidato a Riccardo Muti e alla sua Orchestra Cherubini. Prima, il 2 luglio, sempre in Piazza Duomo, un Requiem commissionato alla compositrice Silvia Colasanti, “un canto di congedo per i morti del recente terremoto e una esortazione per i vivi”. La danza proporrà due star: Roberto Bolle ed Eleonora Abbagnato. Prosa con nomi di prestigio: tra gli attori Adriana Asti, Alessandro Preziosi, che porta sulla scena Van Gogh come fosse un thriller, e Geppy Gleijeses; tra i registi Emma Dante e Robert Wilson. Servizio completo sul Corriere dell'Umbria del 4 maggio 2015