Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rapina alle poste, individuato il quarto della banda

La rapina ripresa dalle telecamere

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Rapina alle poste, consegnato alla giustizia il quarto componente della banda. Venerdì 30 gennaio gli uomini del nucleo operativo della compagnia di Spoleto, insieme alla squadra anticrimine del commissariato, hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina pluriaggravata. La rapina si è consumata il 4 luglio 2014 intorno alle 10 all'ufficio postale di San Martino in Trignano quando tre malviventi con volto travisato da passamontagna fecero irruzione minacciando i presenti e facendosi consegnare 10.000 euro in contanti (LEGGI L'ARTICOLO DELLA RAPINA). Il primo rapinatore, brandendo un coltello, ha intimato ai dipendenti la consegna del bottino, mentre i complici controllavano i clienti presenti in sala. I rapinatori poi si sono dati alla fuga a bordo di un'auto rubata a Perugia due giorni prima grazie all'aiuto di un quarto complice. Nella campagna circostante gli investigatori hanno rinvenuto poi armi e capi d'abbigliamento utilizzati per compiere il colpo. Grazie ad alcune testimonianze gli inquirenti avevano posto l'attenzione su persone residenti a Perugia e connesse allo Spoletino (LEGGI E' CACCIA AGLI AUTORI DELLA RAPINA ALLE POSTE). Con tecniche tradizionali di indagine e alle intercettazioni, carabinieri e polizia sono riusciti a individuare i presunti autori del colpo, che sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di rapina e furto dell'autovettura: si tratta di R.G., B.P. e M.P.M, tutti italiani con precedenti specifici, residenti in Umbria (LEGGI L'ARTICOLO SULL'ARRESTO). Le indagini sono però proseguite per individuare il quarto uomo, colui che per ultimo era entrato all'interno dell'ufficio postale. Grazie alle videocamere e all'analisi dei tabulati di traffico telefonico è stato possibile risalire a B.A., di 62 anni, residente a Perugia. Anche per lui è scatta l'ordinanza di custodia cautelare.