Coronavirus, Poggiodomo: anche il comune più piccolo dell'Umbria si difende dal contagio

Poggiodomo

L'EMERGENZA IN VALNERINA

Coronavirus, Poggiodomo: così il comune più piccolo dell'Umbria si difende dal contagio

II sindaco: “Più isolati di prima e ai romani abbiamo chiesto di non tornare”. I carabinieri di Monteleone di Spoleto consegnano i farmaci

26.03.2020 - 21:59

0

di Sergio Casagrande

L’emergenza Coronavirus nel comune più piccolo dell’Umbria: Poggiodomo.
Novantasei abitanti appena, secondo l’ultima rilevazione dell’Istat (ottobre 2019), equamente ripartiti tra uomini e donne, con una percentuale di anziani elevatissima. Poggiodomo non solo è al 92.mo posto tra i 92 municipi dell’Umbria per numero di residenti, ma è anche uno dei comuni meno popolosi d’Italia. E uno dei più sperduti dell’Appennino.
LONTANI DAL MONDO
Sessanta chilometri da Perugia e 1.000 metri di altitudine. Qui si arriva solo dopo aver percorso una strada di montagna che serpeggia tra le alture della Valnerina. Uno degli angoli più belli dell’Umbria, dal punto di vista naturalistico, ma anche uno dei più difficili da raggiungere perché le grandi vie di comunicazione della regione sono lontane. E l’unica strada statale più vicina, l’ex 209 Valnerina ora 685 delle Tre Valli Umbre, è a 23 chilometri di curve di distanza.


IL SINDACO IN PRIMA LINEA
“Qui vivere isolati è una consuetudine, non certo una novità. Ma ora dobbiamo fare i conti con un isolamento ancora più limitante”, dice al telefono Emilio Angelosanti (nella foto), sindaco dal 26 maggio 2019 eletto con la lista civica Uniti per Poggiodomo e 60 voti pari all’81,08% degli elettori. Angelosanti risiede a Terni e, in questi giorni, si è trasferito con la moglie, poiana (così si chiamano gli abitanti di Poggiodomo) di nascita, nella casa che ha in paese.
“Non potevo lasciare i miei compaesani da soli in questo momento così difficile - aggiunge - perché quello che sta accadendo ha stravolto anche la vita di questo nostro piccolo comune, costretto a fare i conti, ora, con un isolamento ancor più rigido, visto che nessuno, anche qui, può uscire da casa”.
“Far capire a tutti - continua- che è necessario rimanere nelle proprie abitazioni, non scendere a valle e non avere neppure contatti con gli altri del paese non è stata una cosa facile”. “Perché qui - ricorda -, anche se si è abituati a vivere quasi come fossimo isolati dal resto del mondo, la vita si svolgeva comunque in comunità. I poiani sono pochi, ma molto uniti tra loro. Da sempre c’è stata la regola di aiutarsi gli uni con gli altri proprio per poter sopravvivere all’isolamento del territorio. E ora che è diventato obbligatorio rinunciare ad andare a trovare perfino il vicino, a scambiarsi i prodotti della terra e degli allevamenti, o anche solo uscire per raccogliere la legna o gli asparagi ha significato cambiare radicalmente anche modi di vivere che erano quotidiani e consolidati nei secoli”.
“Fortunatamente - afferma Angelosanti - non abbiamo né emergenze, né problemi insormontabili da affrontare. Al momento il virus qui non sembra essere approdato, ma le precauzioni sono e devono continuare ad essere massime. Perché un’epidemia, qui, potrebbe causare la fine dell’intero paese”.
L’APPELLO AI ROMANI
“Proprio per evitare qualsiasi rischio di un possibile contagio - prosegue - abbiamo chiesto a tutti i proprietari di seconde case di restare lontani. Da Roma sarebbero voluti venire in tanti, perché in tanti d’estate trascorrono qui le loro vacanze. Ma ad ognuno di loro ho chiesto di non farlo facendo appello al buon senso. Poggiodomo è una comunità prevalentemente di ultra 70enni e dobbiamo tutelarla al massimo”.
Il Comune ha appena tre dipendenti: “Due - racconta ancora il sindaco - hanno attivato lo smartworking da casa e risiedono a Spoleto e Terni; il terzo è l’operaio comunale che, insieme a me, quotidianamente contatta gli abitanti facendo il giro delle frazioni per capire di cosa hanno bisogno. Insieme organizziamo eventuali aiuti”. “Non abbiamo vigili urbani - precisa - ma possiamo contare sull’aiuto dei carabinieri di Monteleone di Spoleto (un comune a 11 chilometri di distanza - ndr) e dei carabinieri forestali che ringrazio immensamente”. Sono proprio i carabinieri, infatti, a consentire gli approvvigionamenti e i rifornimenti di medicinali. “Regione Umbria e Protezione Civile ci seguono - dice Angelosanti - con attenzione, ma all’Arma devo il ringraziamento più grande”.
A USIGNI SOLO UNA DONNA
“I nostri residenti sono divisi tra quattro centri abitati”, spiega. “La maggioranza è a Poggiodomo, altri vivono nelle tre frazioni del territorio comunale: Mucciafora, Roccatamburo e Usigni”. Quest’ultima è un antico castello diventato un borgo operoso dopo il Medioevo, noto per essere stato la patria del cardinale Fausto Poli (1581-1652), uno dei più influenti durante il pontificato di Urbano VIII. “Oggi ha un solo abitante, la signora Antonietta, ultra 75enne - conclude il sindaco - ed è stata la prima per la quale ci siamo preoccupati. Sta bene e anche lei vive chiusa in casa, in attesa che passi la bufera...”
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, Borrelli: "1555 guariti, 604 decessi oggi"

Coronavirus, Borrelli: "1555 guariti, 604 decessi oggi"

(Agenzia Vista) Roma, 07 aprile 2020 Coronavirus, Borrelli 1555 guariti, 604 decessi oggi La conferenza stampa alla Protezione Civile per fare il punto sull'emergenza Coronavirus. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Stasera in tv, su Rai 1 il film Ricchi di fantasia: Sergio Castellitto e Sabrina Ferilli. Ecco la trama

Televisione

Stasera in tv, su Rai 1 il film Ricchi di fantasia: Sergio Castellitto e Sabrina Ferilli. Ecco la trama

Ricchi di fantasia. E' il titolo del film in onda stasera, 7 aprile, su Rai 1 a partire dalle ore 21.25. Cast d'eccezione con Sergio Castellitto, Sabrina Ferilli, Valeria ...

07.04.2020

Stasera in tv, Cartabianca: ospiti e anticipazioni. Roberto Fico e Matteo Renzi. Ma anche Briatore e Farinetti

Televisione

Stasera in tv, Cartabianca: ospiti e anticipazioni. Roberto Fico e Matteo Renzi. Ma anche Briatore e Farinetti

Alle 21.20 su RaiTre questa sera, 7 aprile, torna Cartabianca, il programma di approfondimento condotto da Bianca Berlinguer. Annunciati gli ospiti della puntata. Sono ...

07.04.2020

Stasera in Tv, diMartedì: nello studio di Floris il punto su provvedimenti economici del governo e Coronavirus

Televisione

Stasera in Tv, diMartedì: nello studio di Floris il punto su provvedimenti economici del governo e Coronavirus

Approfondimenti ed ospiti importanti nella trasmissione del 7 aprile di diMartedì, il programma di approfondimento economico e politico condotto da Giovanni Floris, in onda ...

07.04.2020