Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Schiarita per la ex Pozzi, primo ok dai commissari

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

“Ims e Isotta Fraschini possono essere ammesse alla procedura di amministrazione straordinaria” (Prodi bis, ndr). Questo, in estrema sintesi, il contenuto delle due distinte relazioni consegnate al ministero dello Sviluppo economico (Mise) dai commissari giudiziali al termine del periodo di osservazione scattato la seconda settimana di luglio sul polo metallurgico di Spoleto. Un primo cruciale passo in avanti, dunque, che segna la seconda fase del percorso, quella che dovrà portare il tribunale di Spoleto ad avviare formalmente la procedura e quindi la gestione commissariale della ex Pozzi. Entro lunedì i dirigenti del Mise che seguono la delicata vertenza degli stabilimenti di Santo Chiodo, a cui è appeso il futuro di 250 lavoratori, dovrebbero elaborare un parere sull'ammissibilità delle due aziende alla procedura e inviarlo al tribunale di Spoleto. Dopodiché, i giudici in seduta collegiale dovranno esprimersi definitivamente sull'attivazione dell'amministrazione straordinaria, con il cerchio che potrebbe chiudersi nell'arco di un mese. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria del 18 settembre a cura di Chiara Fabrizi