Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Due Mondi" al via: parata di vip e grande spettacolo

Parata di vip all'inaugurazione del

Anna Lia Sabelli Fioretti
  • a
  • a
  • a

Niente di nuovo sotto il cielo del festival di Spoleto, se non il consueto raduno di vip, di politici, di amministratori e di presenzialisti che arrivano appositamente dal resto dell'Italia per l'inaugurazione, "perchè ai 'Due Mondi' bisogna esserci costi quel che costi". Ed ecco infatti arrivare da Milano in auto Marta Marzotto con il consueto look fiorito e sgargiante, scarpe basse e borsone di velluto viola. La governatrice Catiuscia Marini è atterrata solo da poche ore proveniente da Bruxelles e ancor prima dall'Argentina. Ha comprato il vestito, un abito corto bicolore bianco e nero con inserti di pizzo via internet nel sito di MaxMara ("Ma l'avevo già provato nel negozio di Perugia"). Carla Fendi con un completo tutto nero fa gli onori di casa affiancata dal direttore artistico Giorgio Ferrara che poi fuggirà presto verso il "Caio Melisso" per il debutto "in danza macabra" a fianco della moglie Adriana Asti. Alla spicciolata arrivano Corrado Augias, di casa in Umbria, il senatore Domenico Benedetti Valentini, l'ex sindaco Brunini e il neo sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli ("Mi sento emozionato come uno scolaretto al primo giorno di scuola"), elegantissima la senatrice Ada Urbani. "Il festival sta tornando al suo splendore, spero che riesca a coinvolgere tutti gli spoletini", il sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni e Linda Lanzillotta, il giudice Antonio Marini, Franco Tatò con Sonia Roule in total white, con la figlia Carolina. Il vicario prefettizio di Perugia Tiziana Tombesi, il prefetto Vincenzo Cardellicchio. E persino, ma meno scontata, Dori Ghezzi, sempre bionda e minuta con quel suo pallido sorriso rivolto a tutti e a nessuno. Non è più tempo di sfoggio di eleganza e di auto di lusso, pochi gli abiti lunghi, parecchi tailleur in pantalone, qualche abitino elegante e persino un calzoncino corto figlio dei tempi. Alle 19 in punto tutti in teatro per godere e applaudire la bellissima messa in scena del trittico di operine dedicato alle donne.