Un grande applauso per salutare Sergino Piazzoli

I funerali a Ponte San Giovanni (foto Belfiore)

PERUGIA

Un grande applauso per salutare Sergino Piazzoli

15.06.2014 - 16:45

0

Più che Music for Sunset, Music for Sunrise. Per don Paolo Giulietti, se si dovesse pensare, ora, a un festival in nome di Sergino, dovremmo intitolarlo così. Dalla musica per il tramonto a quella per l’alba. Questo concetto ha caratterizzato l’omelia del “prete amico” di Piazzoli. Ha un’evidente prerogativa cattolica, vista l’idea del nuovo sorgere. Di fatto, però, averla associata all’espressione artistica va bene anche per il laico. Di più: è stato un modo per tentare di affrontare nella maniera più diretta la marea di dolore montante che don Paolo sentiva di avere attorno a sé. Quello di ieri, del resto, è stato un giorno difficile anche per il nuovo vescovo di Perugia: il mitico Cva nel quale nel 1980 Piazzoli organizzò il suo primo concerto, è proprio a un passo dalla chiesa. E poi il funerale è un rito collettivo che determina condivisione, ma pure una liturgia così intensa ha le sue pause. E proprio in quei momenti si resta soli, senza possibilità di consolazione. E il pensiero dell’assenza, annienta. A darti il respiro che serve, dopo il vescovo, arrivano le parole di Fofo Croce; il “compagno d’armi”, quello delle avventure inenarrabili passate a rincorrere la musica e a consolarsi a vicenda quando l’incasso non copriva le spese. Fofo gli fa gli auguri. “Oggi è il giorno del suo compleanno”. E chiede un gesto concreto: l’amministrazione comunale scelga un luogo fisico da dedicargli. Andrea Romizi è lì. Ascolta. Per di più ha la fascia tricolore che si indossa solo di fronte a cariche istituzionali. E Sergino è un’istituzione per Perugia e oltre. Romizi dimostra sensibilità e intelligenza. E sta al suo posto, vedendo in diretta quanto è forte il dolore inarrestabile dell’altro “sindaco”, di Boccali. Saprà certamente individuare lo spazio giusto da conferire a Piazzoli. Poi Fofo disvela una lettera. Scritta da Jon Hassell, l’ultimo della lunga teoria di grandi artisti venuto a vedere il tramonto dall’Isola Maggiore e a “suonarlo” alla sua maniera per Music for Sunset Replay il 29 luglio dell’anno scorso. La lettera, Fofo, l’ha voluta leggere a tutti prima di darla a Patrizia, la compagna di Sergino. Qui Hassell confessa che, dopo aver saputo la triste notizia, ha sentito il bisogno di uscire di casa: si è messo accanto a un albero. Col vento che soffiava forte ha cercato il tramonto. Il suo pensiero è volato fino alla passione con la quale Sergino gli ha dimostrato di essere il suo primo fan per la profonda comprensione che aveva riguardo ciò che Jon crea. Il ricordo si è fermato al piacevole stupore provato nel vedere come, nella passeggiata che insieme fecero di sera per Perugia, Sergio veniva omaggiato: da leader. E, di conseguenza, immaginava quanto grande fosse adesso il vuoto lasciato nella sua città. E ha concluso il suo messaggio d’affetto chiedendo di fargli sapere cosa “può fare per ricordare Sergio”.
Quando il fragore dell’applauso che ha scosso la chiesa è terminato, è riapparso il silenzio di dentro. Il pensiero dell’assenza è tornato ad annientare. E sono arrivate le parole di Leonardo Malà. Di lui, Sergino, ammirava la genialità e la forza creativa. Da imbrigliare per poter realizzare. Il binomio ha dato bei frutti. Il “giornalista fratello” è andato al sodo. Ha rammentato che l’organizzatore Piazzoli era in realtà un motivatore passionale capace e intraprendente, e che si spendeva in prima persona fino allo sfinimento conoscendo la proverbiale indolenza del perugino. Su tutto una peculiarità: costruiva l’evento perché aveva la capacità di aggregare persone fino a farle diventare una bella comunità. E rispettava il pubblico perché lo trattava con “affetto, dolcezza, rispetto e amicizia”.
Quando l’incenso ha cominciato a salire fino a farsi sentire, e il pensiero dell’assenza è tornato ad annientare, sono arrivate le note di “O Caroline”, di Robert Wyatt. La sua canzone preferita. Cantata dal suo vate.
Viene in mente quel Music for Sunrise. Però, non suona mica male. E poi, Sergino, vuoi mettere il piacere nel vedere i tuoi amici tiratardi “costretti” ad alzarsi all’alba.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura"

(Agenzia Vista) Firenze, 20 ottobre 2019 Renzi alla Leopolda cita Aldo Moro e chiude sulle note di Tommaso Paradiso: "Non avere paura" Matteo Renzi interviene sul palco della Leopolda 10: "Se vogliamo essere presenti, diceva Aldo Moro, dobbiamo essere per le cose che nascono anche se hanno contorni incerti, e non per le cose che muoiono, anche se vistose e in apparenza utilissime" Fonte: Agenzia ...

 
Di Maio e l'inglese, prova superata

Di Maio e l'inglese, prova superata

(Agenzia Vista) Washington, 20 ottobre 2019 Di Maio e l'inglese, prova superata Il ministro degli Esteri, Luigi di Maio, a Washington interviene in inglese al convegno 'Un futuro comune: Stati Uniti e Italia', organizzato dal Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti / fonte FB. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Sculture a tema, le quattro opere  realizzate

Eurochocolate

Sculture a tema, le quattro opere realizzate

Un grande grifo con un bottone tra gli artigli è la monumentale scultura realizzata da Stefano Chiacchella. Un bottone che diventa rosone nell’opera di Massimo Arzilli o che ...

20.10.2019

Traffico rivoluzionatoper don Matteo

Spoleto

Traffico rivoluzionato
per don Matteo

Ultime due settimane di permanenza a Spoleto per il cast di Don Matteo 12. Le riprese nella città del Festival, che in questi giorni di metà ottobre sta ospitando numerosi ...

19.10.2019

Lorenzo Rinaldi ai "live": il sogno continua

su sky

Il ternano Lorenzo Rinaldi ai "live" di X Factor

Lorenzo Rinaldi, il 19enne ternano in lizza a X Factor, il talent più popolare della tv italiana, su Sky, è tra i 12 finalisti. Il giudice della sua categoria, Malika Ayane, ...

18.10.2019