Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Soldi nel controsoffitto. Corona condannato a 6 mesi: "Abbiamo vinto"

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Ha abbracciato i suoi legali, Ivano Chiesa e Luca Sirotti, ha dato loro pacche sulle spalle e un pugno sul tavolo in segno di esultanza. Fabrizio Corona ha reagito così alla lettura della sentenza da parte dei giudici della Corte d'Appello di Milano, che lo hanno condannato a 6 mesi per i 2,6 milioni di euro trovati nel controsoffitto della casa della sua collaboratrice Francesca Persi e in due cassette di sicurezza in Austria. In primo grado era stato condannato a un anno. L'ex re dei paparazzi, mentre ancora i giudici stavano leggendo il dispositivo, è corso fuori dall'aula e ha abbracciato il figlio, dedicando a lui la sua «vittoria». «In totale ho fatto tre anni di galera per questa storia - ha detto l'ex agente fotografico - e oggi mi assolvono per i contanti, mi hanno dato del mafioso, ma ora dedico questa vittoria a mio figlio». Anche l'avvocato Ivano Chiesa, che lo assiste ha esultato con i giornalisti: «Abbiamo stravinto!»