Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mauro Bertoli, il cofondatore dei Pooh: perché lasciò il gruppo. L'amore e la musica

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Non tutti sanno che Mauro Bertoli fu il primo chitarrista e cantante, co-fondatore dei Pooh, uno dei più grandi gruppi della storia della musica italiana che quest'anno si riunirà e tornerà sul palco del Festival di Sanremo. Sostenne l'idea e i programmi di Valerio Negrini (scomparso nel 2013), primo batterista e poi paroliere di quasi tutta la produzione della band. Era il lontano 1962. Mauro Eduardo Zini Bertoli, questo il suo nome completo, nato a Bologna nel 1945, inizialmente con Negrini dà vita a una formazione che viene chiamata Jaguars. Nel 1966 il gruppo prende il nome storico dei Pooh, l'orsacchiotto protagonista delle storie dello scrittore Alan Alexander Milne. Bertoli è chitarrista e voce, ma nel 1967, stanco della musica beat, si ritira, anche perché ha deciso di sposarsi e non ritiene di poter conciliare il matrimonio con le lunghe assenze dovute ai tour.

E' sempre stato legato al complesso da stima reciproca e si è riavvicinato in occasione della scomparsa di Valerio Negrini e con il suo libro Pooh: atto di nascita. In una intervista ha raccontato che "il mio amore per la musica è nato da una sensibilità molto acuita e da un’infanzia piuttosto negativa, piuttosto brutta. E dal fatto che la mia mamma era una pianista, per cui mi sono ritrovato a studiare Bach, Schubert e chi più ne ha più ne metta. Per cui ho immagazzinato un quantitativo molto grande di musica. Unitamente a problemi familiari dovuti anche al periodo storico del dopoguerra, questa mia sensibilità si è acuita e si è riversata sulla musica".

"Il progetto musicale - ha aggiunto - è nato nel 1962, quando Valerio che non conoscevo venne da me e mi espresse il desidero e la ferma volontà di fare un gruppo di grande spessore, da lì nacque un duo, che divenne poi un trio fino a diventare un quintetto. Nel percorso storico poi sono cambiati diversi elementi per diversi motivi fino a quando si formò il gruppo giusto e da lì vennero fuori i Pooh. Il resto è storia".