Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Iva Zanicchi, il fratello morto a causa del Covid: "Per me era come un figlio"

  • a
  • a
  • a

Settimana puntata di Ballando con le stelle e ancora Iva Zanicchi protagonista anche se lo scorso sabato ha rischiato di essere eliminato partecipando allo spareggio finale da cui si è salvata anche grazie alla sua simpatia oltre a un percorso di ballo che, con l'aiuto di Samuel Peron, è in crescita.

 

 

La cantante nella recente clip ha raccontato della morte del fratello causa Covid. "Mio fratello è sempre vicino a me. Io soffro molto quando vado a Ligonchio perché i ricordi riportano il dolore. Penso che pochi fratelli si sono amati come io ho amato lui. Per me era come un figlio". La cantante rivela che oggi ha trovato un suo modo per sentirsi vicina all'amato fratello: "Ho scelto la mia stella, vicina alla Luna, e parlo con lei. Sono convinta che lì ci sia mio fratello, magari insieme ai nostri genitori, sono lì e mi sentono".

 

 

 

La cantante - per tutti l'Aquila di Ligonchio - è tornata quest'anno a Sanremo dopo una lunga assenza: si è trattata della sua undicesima partecipazione e in tre occasioni, record per una donna, ha anche vinto: nel 1967 con Non pensare a me in coppia con Claudio Villa, nel 1969 con la mitica Zingara in coppia con Bobby Solo e nel 1974 con Ciao cara come stai? (tra gli autori anche Cristiano Malgioglio). Nell'ultima edizione ha presentato Voglio amarti, ha concluso al diciottesimo posto nonostante una sontuosa standing ovation dopo l'esibizione della prima serata, e ha svelato di aver cambiato "due versi troppo forti, perché il testo originale recitava ‘voglio amarti nel sudore e nella carne...". Nella vita privata, con Tonino Ansoldi ha avuto la figlia Michela, oggi psicologa. Dieci anni più tardi ha conosciuto il produttore Fausto Pinna diventato suo compagno di vita. Recentemente ha raccontato che da alcuni anni suo marito lotta contro un tumore.