Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giovanni Ciacci: "Sono sieropositivo, mi hanno dato dell'untore". Chi è lo stylist dei vip: il rapporto con Siena, la malattia, la vita privata e il regolamento cambiato per partecipare al Gf

  • a
  • a
  • a

Riparte questa sera il Grande Fratello Vip e tra i concorrenti già annunciati dal programma, condotto da Alfonso Signorini, ci sarà anche Giovanni Ciacci. Una partecipazione storica, visto che lo stylist dei vip è il primo concorrente sieropositivo della storia della casa più famosa d'Italia, con un regolamento speciale che gli ha permesso la partecipazione, come ha raccontato al Corriere della Sera lo stesso Ciacci. "Me lo aveva proposto già lo scorso anno, ma sapevo che uno dei requisiti era proprio il test per l’Hiv. Quando ne ho parlato con il mio agente di allora è scoppiato lo psicodramma: tutti mi dicevano che non dovevo dire niente a nessuno altrimenti avrei smesso di lavorare. Curiosamente ho cominciato a lavorare meno. Quando ne ho chiesto conto al mio agente, ormai ex, mi rispose che una persona aveva chiesto di non invitarmi più alle trasmissioni perché ero sieropositivo. Alla fine questa persona la devo ringraziare, perché mi ha dato la spinta. Ho chiamato Signorini per dirgli che ero pronto. Lui si è adoperato con Pier Silvio Berlusconi. E ho trovato supporto nel mio avvocato, Laura Sgrò, che mi ha incoraggiato molto".

 

 

Originario di Siena - è battezzato nella contrada del Bruco - ha diviso la sua infanzia tra Siena e Murlo. Poi ha abitato ad Arezzo prima di spiccare il volo verso lo showbiz. "Torno spesso a Siena per ricaricarmi e trovare i miei parenti. A me piace molto camminare per Siena di notte e l'ho fatto anche con tanti attori famosi: Piazza del Campo di notte ha un fascino unico al mondo. Non esiste un'altra piazza così bella" ha raccontato in una intervista. La collaborazione con Valeria Marini gli ha permesso di entrare nel mondo dello spettacolo, da lì il ruolo di opinionista nella trasmissione Detto Fatto (Rai2) durante la conduzione di Caterina Balivo. Da lì poi il ruolo di opinionista in Rai (Ballando con le stelle) e Mediaset (le trasmissioni di Barbara d'Urso).  Sentimentalmente è stato legato a Christian Haile Selassie (che gli avrebbe anche chiesto di sposarlo ma la relazione è terminata prima del grande passo) e con Damiano Allotta (ex di Stefano Gabbana).

 

 

Parlando dell'Hiv, al Corriere ha detto di aver scoperto di essere sieropositivo "facendo i controlli, che eseguo regolarmente. Ho avuto una reazione di paura, sgomento, terrore. Poi mi sono informato e grazie all’aiuto psicologico che danno negli ospedali ho capito che con l’Hiv potevo vivere, non convivere. U=U vuol dire che la tua carica virale è annullata: non puoi contagiare nessuno. Puoi fare l’amore con il tuo partner senza usare il preservativo, puoi concepire un figlio che nascerà sano, puoi vivere una vita normale". "Se sei U=U, cioè se ti stai curando e la tua carica virale equivale a zero, non corri nessun rischio. Certo, il vero messaggio è non ammalarsi, dunque comportarsi responsabilmente e fare prevenzione. Grazie ai farmaci oggi non prendi più l’Aids, però sono terapie non leggere, da fare per tutta la vita". Ci sono stati anche dei momenti difficili: "Qualcuno sui social mi ha dato dell’untore. Questa cosa mi ha ferito. Ma se feriscono uno come me, alto un metro e novanta e con 120 chili addosso cosa provano gli altri?".