Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Francesco Facchinetti, chi è il figlio di Roby: il rapporto con il padre. Il caso Totti-Ilary e lo sfogo con polemiche su Riccione: "Ho paura, non ci vado"

  • a
  • a
  • a

Appuntamento classico anche nel primo pomeriggio odierno - venerdì 16 settembre - con Oggi è un altro giorno, il programma condotto da Serena Bortone e in onda dalle 14 alle 16 su Rai 1. Tanti gli ospiti che si avvicenderanno nello studio di quello considerato ormai un vero e proprio salotto pomeridiano in cui raccontare storie e raccontarsi. Tra di loro, anche Francesco Facchinetti.

 

 

Il figlio di Roby Facchinetti, storico volto dei Pooh, è nato a Milano nel 1980. Inizialmente ha provato a seguire le orme del padre in musica - celebre la sua La canzone del capitano - poi ha provato "con la tv, la radio, i film, i libri... mi sono ritrovato tante volte a mettere sul tavolo cose che avevo dentro. Poi ho compreso che il mio posto era in una via di mezzo tra il mondo dell’arte e la gestione di chi la fa. Io non posso definirmi un artista - ha detto al Corriere della Sera - Penso che gli artisti vivano in una dimensione particolare, che permette loro di toccare certe vibrazioni. Io sono molto pragmatico, uno che difficilmente si fa prendere da quello che succede. L’arte è fatta di onde, di montagne russe, di ricerca addirittura spasmodica delle emozioni. Io sono più quadrato: la mia parte artistica è appagata oggi da chi mi aiuta a fare quello che non sono in grado di fare io". E parlando del padre, ha detto: "Mi ha sempre incuriosito questo suo volersi raccontare tramite le canzoni. Suona dalla mattina alla sera: è difficile trovare un momento in cui non suona e non canta. Noi figli abbiamo dovuto sopportare questa cosa qua... quando smetteva era in concerto".

 

 

Nei giorni scorsi, Facchinetti su Radio105 si è rifiutato di parlare del caso Totti-Ilary, lasciando lo studio dove si trovava insieme ai suoi colleghi. “Piuttosto che parlare di Totti e Blasi rischio il posto”, ha detto, per poi spiegare l’accaduto sui social. “Io non volevo parlare della questione non perché abbia qualcosa contro di loro ma perché non voglio parlare dei fatti degli altri. So che è un argomento di attualità e costume ma a me non frega un ca**o. Non parlo di queste cose, piuttosto rischio il posto”, ha spiegato su Instagram nel corso della diretta. “Chiedo scusa se me ne sono andato di punto in bianco dal programma, lo so che non è da professionisti". A fine agosto, invece, aveva usato i social per sfogarsi sulla sicurezza di Riccione. "Se dico che Riccione non è più un paese sicuro e io con i miei figli non ci vado perché ho paura, non dico una bugia ma una cosa oggettiva. Una volta i giovani andavano lì a divertirsi, le famiglie anche. Ora dopo le 18 se sei un bravo ragazzo devi avere paura a farti una passeggiata sul lungomare. Le manganellate nelle ginocchia ci vogliono. La Riccione di Cecchetto non esiste più, spero possa ritornare agli antichi fasti insieme a Claudio, che so che sta lavorando per questo obiettivo e rimettere la grande Riccione e spero che ritorni la grande Riccione. Ma, se un posto non è sicuro, non è sicuro".