Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piero Angela, il video del discorso del figlio Alberto. "E' stato come vivere con Leonardo Da Vinci in casa"

  • a
  • a
  • a

C'era una grande folla oggi, martedì 16 agosto, in Campidoglio per la camera ardente di Piero Angela, il grande giornalista e divulgatore scientifico morto sabato 13 agosto. E tra le tante persone, non poteva mancare il figlio Alberto, che ha preso la parola per salutare l'amato padre con cui ha condiviso anche tanti progetti televisivi.

 

 

"Ho avuto la sensazione di avere Leonardo Da Vinci in casa, che dava la risposta giusta sempre con una capacità di sintesi e analisi in modo pacato. Lui amava ripetere un aforisma di Leonardo da Vinci: 'Siccome una giornata ben spesa dà lieto dormire così una vita ben usata dà lieto morire'. Oggi che mi sento fra persone amiche - si è rivolto Alberto Angela alle centinaia di persone presenti - vorrei partire dall'ultima cosa che ha fatto papà: quel comunicato che tutti avete letto. E' stata l'ultima cosa che fisicamente ha detto, come discorso, con poche forze. Mia sorella e io lo abbiamo raccolto e trascritto.E' il discorso di qualcuno che parla a degli amici e che alla fine di una serata o una vacanza dice 'adesso io vado'".

 

 

Piero Angela "continuerà a vivere attraverso i libri, le trasmissioni, i dischi jazz ma soprattutto nei ricercatori che malgrado le difficoltà che incontrano cercano di andare a meta nella ricerca in quei ragazzi che hanno la speranza del futuro, che cercano l'eccellenza con sacrificio. Sarà vivo nelle persone che cercano di unire e non disunire, cercano con curiosità la bellezza della natura, chi cerca di assaporare la vita. Ci lascia un'eredità importante, non fisica e di lavoro ma di atteggiamento nella vita", ricorda Alberto, che ha ringraziato "chi è qui, a casa, chi è fuori che aspetta di venire" e "i media, la stampa e la tv, per il lavoro molto di tatto e professionale di questi giorni". Alberto ha voluto ricordare il padre "da figlio e da collega: è riuscito a unire e non a dividere, pur mantenendo le sue opinioni, è una dote difficile da trovare". Nel suo ultimo comunicato "ci ha detto di fare la nostra parte per questo Paese. Anche io cercherò di fare la mia. Ha attraversato questo periodo con razionalità e i piedi per terra. Quando ha saputo che fosse arrivato il suo tempo ha fatto un calcolo a spanne per realizzare le trasmissioni che sono ora in onda di Superquark, un disco jazz, i discorsi a noi familiari e a voi. Se ne è dopo 24 ore dall'ultimo. Aveva una quantità di esperienza - ha concluso Alberto Angela - una vita riempita ed è questo uno dei motivi per cui se ne è andato soddisfatto, come ci si alza da tavola dopo una cena con gli amici".