Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rhove, polemica con i fan: poca partecipazione al concerto e lui lascia il palco, il video. I Pinguini Tattici Nucleari rispondono: ecco cosa è successo

  • a
  • a
  • a

La sua canzone è una delle più ascoltate dell'estate italiana. Seconda su Spotify nelle classifiche "Top 50 Italia" e "Brani top Italia", più di 60 milioni di ascolti nella stessa piattaforma, 45 milioni di visualizzazioni su YouTube che la portano al secondo posto tra i video musicali più visti in Italia. Ma nonostante il successo di Shakerando, il rapper Rhove è finito al centro di una vera e propria polemica.

 

 

Il cantante, infatti, si è lamentato nel corso di un suo concerto per la poca partecipazione del pubblico: "Non esiste che all'ultima canzone state fermi, non esiste ragazzi. Il concerto è finito e voi non avete saltato un ca***. E' un problema", ha annunciato prima di abbandonare il palco, in polemica con chi era presente alla sua esibizione. Tante, tantissime le polemiche che sono arrivate nei suoi confronti, soprattutto da parte dei fan: "Fatti una domanda e datti una risposta", scrive un utente su Twitter, mentre un altro dice: "Qualunque artista, è tale, o presunto tale, solo grazie al suo pubblico. Il palco dovrebbe essere un'occasione preziosa per ringraziarlo. Non per dileggiarlo". 

 

 

E sul tema sono intervenuti anche i Pinguini Tattici Nucleari, gruppo di successo in Italia, arrivati al top delle classifiche grazie alla vera e propria gavetta. "Siamo ritornati finalmente alla musica dal vivo e mi è capitato in questi giorni di vedere video aberranti di cantanti che sul palco insultano il proprio pubblico perché non canta o non salta - ha scritto il frontman della band, Riccardo Zanotti, sulle Instagram Stories del gruppo - Mo' chi glie lo spiega che farli cantare e saltare è compito loro? E' come se un cuoco insultasse i clienti perché lasciano avanzi nel piatto o non mangiano. Quando si parla di gavetta si parla anche di questo: le serate con davanti 50 persone disinteressate che ti devi conquistare da solo ti insegnano prima di tutto il rispetto. E poi il mestiere. Fare i concerti e fare le hit son due cose diverse. E questi mesi strani ce lo dimostrano ampiamente". Rhove ha comunque voluto chiarire l'equivoco sulle sue Instagram Stories: "Il live di ieri è andato bene e l'ho finito cantando tutti i pezzi fino alla fine, purtroppo pretendo tanto da me e vedendo un gruppo di persone che sotto al palco non mi dava segnali mi sono demoralizzato e ho detto quelle cose, grazie a chi capisce e bella per tutto il resto dei ragazzi che stavano spaccando tutto, ripeto mi spiace per la gente che in prima fila sta col muso come se fosse un funerale, shallatevi".