Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Atlantide, la guerra e le spie stasera mercoledì 15 giugno su La7

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, mercoledì 15 giugno, nuovo appuntamento con Atlantide su La7, a partire dalle ore 21.15. La puntata del programma condotto da Andrea Purgatori, continua ovviamente a occuparsi del conflitto armato in atto tra la Russia e l'Ucraina. Si parte dalla contemporaneità: a Severodonetsk la resistenza ucraina è ormai circondata dalle forze russe, che hanno tagliato loro tutte le linee di comunicazione. Zelensky ha già ammesso che il suo esercito sta accusando perdite gravi e i militari di Putin sono pronti a tutto pur di conquistare il controllo della città. Una situazione sempre più complessa, mentre i bombardamenti continuano a mietere vittime. 

Quella di stasera sarà l'ultima puntata di Atlantide per questa stagione televisiva e si annuncia particolarmente interessante perché verterà su due argomenti comunque legati tra loro. La battaglia di Severodonetsk, vede le forze ucraine bloccate e accerchiate dall’esercito russo. Pesantemente danneggiate le infrastrutture e di fatto impossibile per gli ucraini avere contatti con l'esterno. Cosa accadrà nei prossimi giorni? Purgatori e gli ospiti cercheranno di delineare i vari scenari e i possibili sviluppi di questa drammatica fase della guerra. 

Il secondo tema della puntata di questa sera, è suggerito dal sottotitolo del programma: La guerra e le spie. Oltre al conflitto sul campo (quello che quotidianamente è documentato in tv e sui quotidiani) si combatte la cosiddetta battaglia della zona grigia: si tratta del complesso e impegnativo conflitto tra le spie, i collaborazionisti, gli uomini poco o per nulla noti, ma talvolta decisivi per spostare le pedine della nostra storia. Come si stanno muovendo? Il programma ricorderà il decisivo ruolo che ebbero, nel corso dello scorso secolo, le organizzazioni segrete nell’ambito di alcuni conflitti bellici. Andrea Purgatori ne parla con Marco Ansaldo, Lorenzo Cremonesi, Diego Fabbri, Giampiero Massolo e Nello Scavo. Ovviamente non mancherà Mauro Biani con la sua vignetta.