Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Quarta Repubblica stasera lunedì 30 maggio su Rete 4. Ospiti e anticipazioni

  • a
  • a
  • a

Il lunedì su Rete 4 in prima serata è il giorno di Quarta Repubblica, il talk condotto da Nicola Porro che affronta i temi di attualità, in particolare politica, economia, cronaca e costume. Anche stasera lunedì 30 maggio appuntamento con il programma che ovviamente in questi mesi si sta concentrando soprattutto sul conflitto armato tra la Russia e l'Ucraina. Inizio alle ore 21.20 per una puntata che comunque spazierà anche oltre la guerra. Si parlerà dei referendum sulla giustizia, del caso Forteto e dell'indagine della Procura di Bari sul sindaco di Polignano a Mare

Protagonista del faccia a faccia con Nicola Porro, sarà il vicepresidente esecutivo e amministratore delegato di Pirelli, Marco Tronchetti Provera. Sulla guerra si farà il punto delle operazioni militari, con collegamenti dal fronte. Analisi, inoltre, dei contraccolpi economici che sta subendo l'Europa, così come numerosi altri paesi di tutto il mondo. Il rischio di una crisi globale sta diventando sempre più tangibile. Annunciato un approfondimento sulle armi che sono state messe recentemente a disposizione dell’esercito ucraino. Inoltre una inchiesta sulla battaglia del grano che rischia di portare alla fame il Nord Africa. Ma anche il racconto della scomparsa di fascicoli processuali sui maltrattamenti nella comunità per minori del Forteto. Infine un servizio sull’indagine della procura di Bari che il mese scorso ha portato agli arresti domiciliari (poi annullati) e alle dimissioni del sindaco di Polignano a Mare.

Oltre a Marco Tronchetti Provera, diversi gli ospiti della puntata di questa sera. Tra gli altri l’ex ministro dell’Interno e ora presidente della Fondazione Med-Or, Marco Minniti; i deputati Andrea Ruggieri (Forza Italia) ed Emanuele Fiano (Pd). Infine in studio vedremo anche l’ex procuratore di TorinoArmando Spataro del Comitato per il No, e l’imprenditrice incarcerata e poi assolta Jonella Ligresti. Non mancheranno gli spazi per le opinioni di Vittorio Sgarbi e per le battute di Gene Gnocchi