Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stefania Sandrelli, chi è: i film, l'amore per Gino Paoli, la figlia Amanda e le scene di nudo per Tinto Brass. "Ha dimostrato alle colleghe di saper recitare anche con il cu*o"

  • a
  • a
  • a

Ultimo appuntamento della settimana con Oggi è un altro giorno. Nel corso della puntata odierna, venerdì 27 maggio, sono tanti gli ospiti che si susseguiranno nel salotto pomeridiano di Rai 1, in onda dalle 14 alle 16, con la conduzione di Serena Bortone. Tra questi, Stefania Sandrelli.

 

 

Nata a Viareggio il 5 giugno del 1946, alla soglia dei 76 anni Stefania Sandrelli è considerata una delle principali attrici del cinema italiano. Con più di 100 film in carriera, infatti, ha fatto la storia della settima arte nella penisola, vincendo tre David di Donatello su undici candidature, ricevendo nel 2018 quello alla carriera e sei Nastri d'argento. Nel 2005 le è stato conferito anche il Leone d'oro alla carriera nel corso della 62ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Di recente è stata premiata dal Festival de la Comédie di Montecarlo, diretto da Ezio Greggio. Lato vita privata, a 16 anni inizia una relazione con Gino Paoli, già sposato, dal quale ha una figlia nata nel 1964, Amanda, che prenderà il cognome della madre. In una passata intervista a Oggi è un altro giorno aveva confessato di aver tradito il cantante. “Mi piaceva tutto, sia fuori che dentro, era proprio bellino come si dice in Toscana, tutto carino vestito e svestito. Quando l’ho conosciuto io ero fidanzata, non ho detto niente all’altro, ho fatto i cavoli miei. Gli ho spaccato casa quando ci siamo lasciati? Già prima. Gli ho trovato la sabbia nel letto che non era la mia e gli ho distrutto casa e lui zitto si è fatto rompere tutto. Poi l’ho perdonato, ma gli ho detto che avevo un ticket. Comunque lui ha sempre negato. Poi l’ho tradito anche io e gliel’ho confessato e lui ha reagito male, tant’è…”. La relazione non dura molto e nel 1972 la Sandrelli si sposa con Nicky Pende, da cui ha il secondo figlio Vito. I due, comunque, si separano nel 1976.

 

 

Di lei ha parlato Tinto Brass al Corriere Fiorentino in una recente intervista. "Stefania è una grande attrice e lo era anche prima di recitare con me. Io ho semplicemente tirato fuori ed esibito la sua carica sensuale. Era perfetta nel ruolo della protagonista. Nel provino si mostrò senza pudore e fortemente determinata a fare il film. E poi ha un altro grande merito. Non mi ha mai rinnegato, difendendo La chiave con fierezza, orgogliosa di aver dimostrato alle sue colleghe di saper recitare anche con il cu*o". La stessa Sandrelli ha raccontato la sua svolta sul nudo alla Repubblica. "Una sfida con l'età. Avevo superato i quarant'anni, non ero più di primo pelo e si vede. Il fisico era tonico, ho fatto danza da ragazza, sono attiva, ma era quello di una donna della mia età. Un fisico naturale, che non mi vergognavo di esporre. Che non fossi malaccio lo sapevo da quando avevo portato il mio bikini da Viareggio per la scena di Divorzio all'italiana. Ma sapevo però che se mi fossi denudata gratuitamente in un film avrei poi dovuto farlo spesso, funziona così nel cinema. Allora l'ho evitato, è stato uno slalom nella carriera. La scelta di La chiave non fu a tavolino, ma spontanea...Ed era diverso dal filone di Pierino e le pernacchie".