Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giustizia per tutti, stasera mercoledì 25 maggio su Canale 5. La trama

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, mercoledì 25 maggio, su Canale 5 appuntamento con la nuova serie tv Giustizia per tutti che vede protagonista Raoul Bova, affiancato da Rocío Muñoz Morales, attrice e sua compagna. Sei puntate divise in tre prime serate sulla rete ammiraglia del Gruppo Mediaset. Le prime due sono andate in onda mercoledì 18 maggio, stasera la terza e la quarta, a partire dalle ore 21.45. La serie è stata diretta dal regista Maurizio Zaccaro. Nel cast oltre a Raoul BovaRocio Munoz Morales, anche Anna Favella, Francesca Vetere, Elia Moutamid, Silvia Lorenzo e Jacopo Crovella.

 

Diamo uno sguardo alla trama. Per ora Roberto ha dimostrato un grande talento investigativo ma il caso di Saverio, accusato dell'omicidio di suo fratello Cosimo, rappresenta per lui una nuova sfida: l'uomo, infatti, ha perso la memoria e non riesce a ricordare nulla della notte dell'omicidio. Mentre i pezzi del puzzle si ricompongono a mostrare un'inaspettata verità, Roberto continua a portare avanti l'indagine su Beatrice, trovandosi finalmente faccia a faccia con Tommaso Randelli, l'uomo che era con sua moglie la notte in cui è morta.

 

Roberto viene contattato da Maria Pilar, una donna venezuelana che è alla disperata ricerca di un aiuto per il marito Julio, accusato di aver ucciso nel sonno la loro datrice di lavoro. È un caso complicato che Roberto cercherà di risolvere per provare a salvare la dignità di persone perbene. Nel frattempo l'uomo viene denunciato da Tommaso Randelli per l'aggressione che questi ha subito nel suo pub. Raoul Bova sul suo personaggio, Roberto, ha spiegato che "si scontra con l'ingiustizia. Viene accusato di aver ucciso sua moglie e condannato a 30 anni di reclusione. Una volta uscito di carcere, la prima cosa che vuole fare è riconquistare sua figlia. Oltre a questo, il suo primo obiettivo è capire chi ha ucciso sua moglie". Rocio Munoz Morales, invece, interpreta Vittoria Bonetto: "Una donna forte, abituata a un mestiere difficile dove bisogna usare molto il cervello. È poco abituata a utilizzare il cuore. Il rapporto tra Roberto e Vittoria è legato al loro essere due leader, due persone dal carattere forte".