Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Franco Simone, chi è il cantante: cosa fa, il successo in Sud America, le guardie del corpo in Ecuador e l'invito di Sandra e Raimondo. Ha ricevuto il Cavalierato all'Ordine della Repubblica

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Classico appuntamento di Oggi è un altro giorno su Rai 1, il programma condotto da Serena Bortone molto apprezzato dal pubblico. Molti gli ospiti che si avvicenderanno nello studio nella puntata odierna, giovedì 19 maggio. Tra questi, anche il cantante Franco Simone.

 

 

Nato nel Salento, ad Acquarica del Capo, il 21 luglio 1949, Francesco Luigi Simone - questo il suo nome all'anagrafe - è il sesto di nove figli. Studia al liceo classico "Dante" di Casarano e poi si iscrive alla facoltà di Ingegneria alla Sapienza di Roma. Nel 1972 vince il Festival di Castrocaro con Con gli occhi chiusi (e i pugni stretti). Partecipa l'anno successivo a Canzonissima e nel 1974, con la canzone Fiume grande, al Festival di Sanremo, senza raggiungere la finale, ma ottenendo successo nelle vendite anche nelle sue versioni in spagnolo (Rio Grande) e in francese (Je ne comprends plus rien). Nel 1976 esce l'album Il poeta con la chitarra, dal quale viene estratto il singolo Tu... e così sia, che, scalata la classifica italiana, conferma il successo del cantautore anche nei paesi di lingua spagnola. Da quell'album viene tratto un secondo singolo, Tentazione, che lo porta tra i vincitori dell'edizione invernale del Festivalbar ed un terzo singolo con una cover de Il cielo in una stanza di Gino Paoli. Nel 1977 vince il Telegatto come Rivelazione dell'anno. Nel 1978 con l'album Paesaggio conferma il suo successo in Italia e resta per circa tre anni consecutivi nelle classifiche dell'America Latina, in particolare con la versione spagnola di Paesaggio. Nel 1984 partecipa per la seconda volta al Festival di Sanremo e, piano piano, inizia ad avere successo più in Sud America che in Italia, dove tutt'ora è molto apprezzato.

 

 

Simone, infatti, è il cantante italiano più ascoltato e venduto nel continente Latinoamericano. Ad Avvenire ha detto che "solo in Argentina sono stato 1° per 11 volte, non mi risultano altri artisti italiani capaci di tanto. In Ecuador per uscire per la strada mi avvertirono che per i tanti fan che avevo ci volevano le guardie del corpo". Una volta venne invitato in Rai da Sanda Mondaini e Raimondo Vianello: "Mi confessarono che mi volevano ospite al loro programma del sabato sera su Rai1 ma il “noto regista” gli riferì che io avevo declinato l’invito con un perentorio “mi fanno schifo sia i conduttori che la trasmissione”. Niente di più falso, io adoravo Sandra e Raimondo e da loro ci sarei andato a piedi". Nei giorni scorsi ha ricevuto il Cavalierato all’Ordine della Repubblica. "È una delle grandi soddisfazioni di questo periodo, come il corso di lingua spagnolo nelle università americane sulla “migliore musica italiana”. Sul poster che lo pubblicizza ci sono i volti di Modugno, Dalla, De Andrè e del sottoscritto".