Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giovanni Caccamo, chi è. Il rapporto con Battiato, Sanremo e i giovani: il Manifesto del cambiamento da portare a Mattarella e a Papa Francesco

  • a
  • a
  • a

Puntata dedicata a Franco Battiato quella di mercoledì 18 maggio di Oggi è un altro giorno. A un anno dalla scomparsa del maestro, sono tanti gli ospiti che si susseguiranno nello studio di Serena Bortone, in onda su Rai 1 dalle 14 alle 16.

 

 

Tra questi ci sarà Giovanni Caccamo, che è stato scoperto proprio da Battiato, che nel 2012 lo ha scelto per aprire i concerti del suo tour Apriti Sesamo e delle date speciali Franco Battiato feat. Antony and the Johnsons. Il maestro, inoltre, ha scritto per lui. In seguito, Caccamo ha partecipato nel 2015 a Sanremo nella sezione nuove proposte, vincendo con il brano Ritornerò da te, e nel 2016 tra i big in coppia con Deborah Iurato, arrivando al terzo posto con Via da qui. Della sua vita privata si sa poco, visto che il cantautore è una persona molto riservata.

 

 

Da qualche settimana, Caccamo ha pubblicato il suo nuovo album, Parola, che si è trasformato in un progetto dal titolo Parola ai giovani, portato in dieci università italiane. "Ho raccolto l’appello ai giovani di Camilleri per un nuovo umanesimo della parola — spiega Giovanni al Corriere della Sera — e ho deciso di creare un disco ispirato a poesie e libri, italiani e stranieri. Ma la mia voce non era abbastanza, servivano quelle di tanti altri ragazzi. In questo mio viaggio negli atenei chiedo: cosa cambieresti nella società in cui vivi e in che modo? Le idee più interessanti e costruttive faranno parte del Manifesto del cambiamento dei giovani 2022 che voglio consegnare al presidente Mattarella e a papa Francesco".