Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vasco Rossi, rivoluzione a Trento per il concertone. Ecco cosa succede in città

  • a
  • a
  • a

Conto alla rovescia per la data zero del tour 2022 di Vasco Rossi. Venerdì salirà sul palco di Trento e tornerà ad esibirsi alive dopo l'interminabile stop causa Covid. L'attesa tra i fans è spasmodica, basta un giro sui social per comprendere quanto stia scalpitando il popolo del Kom. E ovviamente Trento è improvvisamente diventato il centro del rock. Oggi, martedì 17 maggio, i primi divieti di sosta con rimozione forzata, antipasto del piano straordinario della mobilità messo in campo dal Comune. Città blindata e strade off limits per l'arrivo dei 120mila che parteciperanno al concertone. E così da stamattina alle 8 di sabato divieto di sosta, fermata e rimozione in via San Vincenzo. Da domani stessa sorte per via di Madonna Bianca e via della Gottarda, mentre dalle 19 non si potrà parcheggiare in via di Ragazzi del 99 e via della Cooperazione.

Da giovedì alle 19 sosta vietata nei pressi dell'ex Italcementi, ex Zuffo, area sportiva Fersina, via Bartali, via Fersina, Monte Baldo, Sanseverino, Canestrini e stazione di Villazzano. Dalle 6 di venerdì fino alle 8 di sabato toccherà a viale Rovereto, lato nord, nel tratto compreso tra via dei Mille e piazza Vicenza. Dalle 17 via Petrarca lato est all'interno dell'area di parcheggio tra via Aconcio e Piazza Centa. Dalle 20 piazza Dante, via Dogana e parcheggi antistanti la stazione ferroviaria.

Anche la tangenziale subirà delle chiusure. Dalle 14 di giovedì fino alle 5 di venerdì 20 chiusura di via al Desert e della tangenziale dall'uscita 2 (via Marinai d'Italia) fino all'uscita 3 (rotatoria Ponte Ravina). Dalle 20.30 di giovedì fino alle 5 di venerdì 20 chiusura di via al Desert e della tangenziale dall'innesto di Acquaviva fino all'uscita 3 (ponte Ravina). Dalle 9 di venerdì fino alle 7 di sabato 21 chiusura di via al Desert e della tangenziale dall'innesto di Acquaviva fino all'uscita 3 (ponte Ravina). Percorso alternativo: il 19 e 20 il traffico da sud e da nord potrà utilizzare l'A22 (pedaggio gratuito da Rovereto nord a Trento nord) o la provinciale 90 Destra Adige. Per chi è diretto a sud sarà riattivato il casello A22 di Lung'Adige San Nicolò. Una vera e propria rivoluzione.