Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luca Tommassini, il rapporto con il padre: "Alzava spesso le mani, gli urlai di andare via di casa"

  • a
  • a
  • a

Luca Tommassini di nuovo ospite di Oggi è un altro giorno, il salotto televisivo di Rai1 con Serena Bortone alla conduzione. Il ballerino e coreografo anche in questa occasione analizzerà quanto successo all'Eurovision Song Contest, la kermesse musicale che ieri ha visto annunciare gli altri finalisti in vista dell'ultimo atto atteso per sabato.

 

 

Ma chi è Luca Tommassini? Originario di Roma, 52 anni, ha studiato danza e frequentato la scuola di Enzo Paolo Turchi. Dall'età di 12 anni lavora nel mondo dello spettacolo, ha ballato al fianco di Lorella Cuccarini ed Heather Parisi per poi avere un grande successo internazionale come coreografo collaborando con Geri Hallliwell, Madonna. Kylie Minogue e Rachel Stevens. Tanti anche i programmi di cui ha curato la direzione artistica: da Carràmba! Che sorpresa ad Amici di Maria De Filippi, passando per il Festival di Sanremo e gli Mtv Music Awards.

 

 

"Preferisco non definirmi sessualmente: sono fluido, oggi si dice così. Era difficile da bambino fare capire agli altri che avevo un pensiero libero" ha detto in una recente intervista. Negli anni Novanta ha avuto una relazione con Heather Parisi mentre recentemente si è vociferato di un presunto flirt con Ilary Blasi con cui ha trascorso una vacanza in Lapponia. I due sono però grandi amici da anni. Da poco ha anche raccontato il rapporto con il padre: "Usava molto le mani e mandò diverse volte mia madre in ospedale. Una volta mi tirò in faccia un posacenere di cristallo, di quelli anni 70, quadrati. Non parlai per settimane. Mi portarono da uno psicologo per superare questo mutismo: ovviamente di nascosto da mio padre. Il giorno che scoprì che mi ero iscritto alla scuola di ballo, venne a pranzo, per rimproverarci. Mia madre iniziò a difendermi. Lui stava urlando, prese una bottiglia d’acqua di vetro, la spaccò contro un muro e andò contro mamma. Io mi misi in mezzo e per la prima volta gli urlai in faccia: Vattene, vattene!'. Finché non se ne andò" ha raccontato.