Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuliana De Sio, la malattia e la depressione, poi la lotta al Covid. Carriera e vita privata dell'attrice

  • a
  • a
  • a

Giuliana De Sio ospite di Oggi è un altro giorno, il salotto televisivo del pomeriggio di Rai1, venerdì 6 maggio 2022. La padrona di casa Serena Bortone intervisterà l'attrice campana che a giugno sarà al cinema con la pellicola Buon lavoro (regista Marco Demurtas).

 

 

De Sio - 66 anni - è nata a Salerno ma è cresciuta a Cava de' Tirreni per poi trasferirsi a Roma appena diciottenne. Conosce il capo carismatico di una famosa comune hippy di Terrasini di cui si innamora e con cui si trasferisce per alcuni mesi, dopo i quali torna a Roma ospite di Teresa Ann Savoy, una sua amica attrice. Nel frattempo incontra Alessandro Haber, che la spinge a diventare attrice portando delle foto che le aveva fatto un agente: nel giro di tre giorni le fanno fare tre provini – due per il teatro e uno per la televisione – e ottiene la parte in ciascuno di essi. Sceglie la televisione e viene scritturata per lo sceneggiato Rai Una donna (1977),  mentre l'anno successivo le viene affidata una parte nello sceneggiato tv Le mani sporche, insieme a Marcello Mastroianni. Sono questi i suoi esordi di una carriera che la porterà a vette molto alte. Al cinema ha raggiunto il successo con tre film del 1983: Sciopèn di Luciano Odorisio, Scusate il ritardo di Massimo Troisi e Io, Chiara e lo Scuro di Maurizio Ponzi, che le vale il David di Donatello e il Nastro d'argento e del quale interpreta anche il seguito, Casablanca, Casablanca (1985), di Francesco Nuti. Successivamente ha interpretato sia film drammatici, come Cento giorni a Palermo (1984) di Giuseppe Ferrara (nel ruolo di Emanuela Setti Carraro, seconda più giovane moglie di Carlo Alberto Dalla Chiesa); Cattiva (1991) di Carlo Lizzani (con cui vince il suo secondo David di Donatello). Fa parte anche della miniserie tv La Piovra 3 (1987) dove interpreta Giulia Antinari, figlia e nipote di banchieri coinvolti in un traffico internazionale d'armi dove entra immancabilmente la mafia, e ha una relazione col commissario protagonista Corrado Cattani, interpretato da Michele Placido. Alterna film per la tv a cinema e teatro sempre con grande successo. 

 

Sorella della cantante Teresa De Sio, atea, ha avuto diverse relazioni importanti. A inizio degli anni Ottanta si è legata al regista Elio Petri, tra i suoi ex anche lo scrittore Elvio Porta, l'attore Gabriel Garko e Mario De Felice, ex corteggiatore di Uomini e Donne. L’attrice non ha mai nascosto il dolore per non essere mai riuscita a diventare mamma. “A 18 anni non ero pronta e ho abortito, anche se allora l’aborto non era legale. Poi, invece, non sono mai riuscita a portare avanti una gravidanza. Per quattro volte, incinta di quattro mesi, ho perso un bambino. Cinque o sei volte ho provato anche l’inseminazione artificiale, non è andata e basta” aveva raccontato in un’intervista a Vanity Fair. Nel 2012 venne colpita da un'embolia polmonare e una trombosi venosa alla gamba sinistra, riuscendosi comunque a riprendersi. De Sio - che ha sofferto anche di depressione - ha dovuto anche combattere il Covid. “Ti limiti a guardare il soffitto con la maschera fissa dell’ossigeno giorno e notte. Non ti puoi relazionare con nessuno, solo con i tuoi fantasmi ancestrali presenti nella tua testa“ ha raccontato.