Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Patrizia Carrano, chi è la scrittrice de La bambina che mangiava i comunisti: età, marito e libri

  • a
  • a
  • a

Nuovo appuntamento con Oggi è un altro giorno: nella puntata odierna, mercoledì 2o aprile, Serena Bortone ospiterà la scrittrice Patrizia Carrano. Nata a Crespano del Grappa il 26 aprile del 1946, trascorre l'infanzia a Venezia, senza però andare a scuola. Solo quando i suoi genitori, rapidamente separati, si sono trasferiti a Roma, ha sostenuto l'esame di ammissione alla prima media. Ma la sua carriera scolastica si interrompe all'età di 17 anni, quando lascia il liceo per sposarsi.

 

 

A 19 anni inizia a lavorare a Noi Donne, settimanale dell'Udi (Unione donne italiane), diretto in quel periodo da Miriam Mafai, divenuta sua mentore, e madre culturale. Si separa dopo alcuni anni di matrimonio, per poi accompagnarsi a Nanni Loy, con cui ha vissuto un decennio. Collabora con molte riviste e quotidiani, e per 20 anni ha collaborato anche con la Rai per una trasmissione sul Festival del Cinema di Venezia. Come autrice di libri esordisce nel 1977 con Malafemmina, un saggio sulla donna nel cinema italiano. Il primo romanzo è invece datato 1992: si tratta di Cattivi compleanni, che riceve un buon successo. In totale, i suoi libri sono più di venti, l'ultimo uscito nel 2022 si intitola La bambina che mangiava i comunisti.

 

 

Per lei, scrivere che è una "necessità, diventata un mestiere - dice ad Affari Italiani - A 15 anni ho scritto il mio primo romanzo, ambientato in Messico (lasciato incompiuto, ndr). Poi sono diventata, lavorando a "Noi donne", con la direzione di Miriam Mafai, la più giovane pubblicista del Lazio, e 45 anni fa ho debuttato nel mondo editoriale. E non ho intenzione di smettere".