Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv lunedì 18 aprile, in seconda serata Fame d'amore. La lotta contro anoressia e bulimia

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, domenica 18 aprile, su Rai 3 in seconda serata (inizio alle ore 23.15), nuovo appuntamento con Fame D’Amore. E' la docuserie con Francesca Fialdini che indaga sui comportamenti del disturbo alimentare. Il programma continua il racconto delle storie di ragazzi e ragazze che lottano e non si arrendono. I protagonisti della terza puntata sono Camilla, Elena e Rebecca, tre ragazze che ce la stanno mettendo tutta per guarire dall’anoressia e Adriana, una giovane donna seguita dai medici di chirurgia bariatrica per i suoi problemi legati all’obesità.

Giunto alla sua terza edizione, Fame d’Amore – prodotto da Rai 3 in collaborazione con Ballandi - si è fin da subito imposto per la capacità di raccontare in maniera empatica, ma senza rinunciare alla scientificità dei fatti, un fenomeno così diffuso e capillare che esprime un malessere collettivo. Un disagio che alimenta l’ossessione per l’immagine e per il corpo di tanti giovani e che si esprime attraverso il cibo. Francesca Fialdini racconta le storie di ragazze e ragazzi che lottano per uscire dal loro “tunnel” fatto di angosce, paure, speranze, entrando in profondità in quel che succede nelle famiglie dei giovani che si ammalano di questo disturbo e immergendosi di persona nella vita dei ragazzi e delle equipe di due strutture d’avanguardia, dove le telecamere sono andate a riprendere gli sforzi quotidiani e le cure dei pazienti.

Ma non è tutto qui. Nel corso delle puntate, infatti, viene dato ampio spazio anche alla fase successiva all’uscita dalle comunità e ai genitori che vivono il dramma di avere un figlio malato, alle prese con l'anoressia o la bulimia. Fame d’amore è un intreccio delle storie dei suoi protagonisti: i pazienti, le loro madri e i loro padri, i loro compagni, l’equipe dei terapeuti. Un racconto corale nato per dare voce a storie di sofferenza e rinascita, dove gli ingredienti fondamentali per la cura sono sì il cibo, ma soprattutto l’amore. Un programma che ha colto nel segno, anche perché i problemi legati all'alimentazione riguardano sempre più giovani e le loro famiglie.