Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Andrea Roncato, chi è: la coppia con Gigi e i tanti film. La moglie Nicole, le relazioni con Moana Pozzi e Stefania Orlando e i problemi con la droga

  • a
  • a
  • a

Andrea Roncato, uno degli attori e comici più amati nel panorama televisivo italiano, sarà uno degli ospiti della puntata odierna, 10 aprile, di Domenica In, il programma in onda su Rai 1 condotto da Mara Venier. Roncato ricorderà alcune edizioni storiche di ‘Domenica in’ degli anni ’90 assieme alla stessa zia Mara, a don Antonio Mazzi e a Stefano Masciarelli.

 

 

Nato a San Lazzaro di Savena nel 1947, Andrea Roncato ha conseguito la laurea in Giurisprudenza all'università di Bologna e l'esame di licenza di solfeggio al conservatorio. Viaggia tra Italia e Stati Uniti, dove segue corsi di recitazione. Il palco è infatti una sua grande passione, e assieme a Gigi Sammarchi dà vita a una delle coppie comiche più amate in Italia. Dopo alcune apparizioni in televisione, passano al cinema, venendo apprezzati per uno stile scanzonato e irriverente. In seguito, Roncato continua la carriera da solista, sia in film - come i cinepanettoni natalizi - che in fiction, tra cui Carabinieri. Per quanto riguarda la sua vita privata, Roncato è sposato con Nicole Moscariello, madre dell'attrice Giulia Elettra Gorietti, dal 2017. I due erano fidanzati da dieci anni. In precedenza, invece, dovrebbe aver avuto una relazione con Moana Pozzi, conosciuta nel cast di Pompieri, e si era sposato con la conduttrice televisiva Stefania Orlando, da cui divorzia però divorzia dopo due anni di matrimonio, nel novembre 1999, a causa della vita sregolata che aveva in quel periodo. 

 

 

Andrea inoltre, molto coraggiosamente, non si è mai tirato indietro nel parlare di un periodo, quello del suo apice televisivo, in cui ha avuto una vita eccessivamente sregolata, fatta di sesso e droga. Ne ha parlato in più occasioni anche per dimostrare come dietro quel senso di apparente gratificazione non si celi nulla di buono per la psiche e per il corpo: "Ho iniziato nel periodo della televisione, in quegli ambienti era normale, non potevi tirarti indietro. O meglio: non ero in grado di estraniarmi, dovevo sentirmi alla pari. Con l’effetto di un fasullo senso di onnipotenza, poi magari mi trovavo a letto con due o più donne e non ero in grado di farci nulla" ha dichiarato l'attore. Precisando però, in una successiva uscita, che non si è mai trovato in nessun tunnel di dipendenza: "E' successo vent'anni fa, adesso sono venti anni che non bevo neanche un alcolico, non fumo e non mi drogo. Sono state cose passeggere, aleatorie, e invece si è creata un immagine di Andrea Roncato che non corrisponde al vero. Io ne ho parlato pensando di poter aiutare anche i più giovani a non fare certe cose perché fare certe cose è una cavolata. E invece non sia mai. Ancora adesso può capitare che apro internet e leggo che sono stato nel tunnel della droga. Ma quale tunnel. Ci ho messo due minuti ad uscire dal tunnel. In realtà poi tutti le fanno, nessuno lo dice. Sono stato l'unico sincero, insieme a Fiorello e a pochi altri. E' pieno di bugiardi che fanno i perbenisti e invece sai benissimo che di nascosto fanno di tutto".