Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv 8 aprile 2022 su Ra1 lo show green Ci vuole un fiore: con Gabbani e Fialdini, gli ospiti

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv - venerdì 8 aprile 2022 - serata speciale su Rai1 dal titolo Ci vuole un fiore, una trasmissione che vuole porre l'attenzione su alcuni gravi problemi del Pianeta. Così la rete ammiraglia chiama a raccolta artisti e scienziati per uno show, in onda dalle 21.25, che vedrà come padroni di casa il cantautore Francesco Gabbani - due volte vincitore del Festival di Sanremo - e la conduttrice Francesca Fialdini. Con parole e musica verrà ricordata quanto sia necessaria la transizione ecologica, una necessità imprescindibile ormai, per una sorta di primo show green.

 

 

Ricco il parterre degli ospiti: Piero Angela, Arisa, Maccio Capatonda, Carlo Cottarelli, Fulminacci, Gilberto Gil, Flavio Insinna, Michela Giraud, Stefano Mancuso, Morgan, Luca Parmitano, Giorgio Parisi (premio Nobel per la fisica 2021), Massimo Ranieri, Elena Sofia Ricci, Tananai, Ornella Vanoni. Accanto a loro studiosi e scienziati che faranno il punto sullo stato di salute del pianeta. Presenti anche i ragazzi del Friday for Future e molte realtà giovani, impegnate ogni giorno per cambiare il pianeta. Presente anche un corpo di ballo “green”, composto da 8 elementi, con le coreografie di Luca Paoloni. Gabbani ballerà, duetterà, interpreterà alcuni dei suoi maggiori successi e altri brani che in qualche modo hanno affrontato il tema ecologico. La regia è di Piergiorgio Camilli. 

 

 

Gabbani e la squadra di testimonial proveranno a portare all’attenzione di tutti le emergenze più impellenti della transizione ecologica, di cui la consapevolezza è ancora troppo bassa, soprattutto in questi anni pandemia e guerra. Diverse generazioni si incontrano e dialogano per sognare e costruire un mondo migliore, mettendo a disposizione tutto quello che hanno dalla tecnologia alla passione, dalla conoscenza al tempo, per innescare in tutti dei processi virtuosi che coinvolgano ognuno di noi. 

 



 

La regia è di Piergiorgio Camilli.