Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Stasera in tv domenica 3 aprile, Zona Bianca su Rete 4. Ospiti e anticipazioni

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, domenica 3 aprile, su Rete 4 nuovo appuntamento con Zona Bianca, il programma di approfondimento condotto da Giuseppe Brindisi e prodotto da Videonews che va in onda tutte le settimane nel giorno festivo. Inizio alle ore 21.20 per un nuovo focus sull'invasione dell'Ucraina da parte dell'esercito russo. Zona Bianca farà il punto della situazione dal fronte e analizzerà l'andamento del conflitto. Nella parte nord gli uomini di Putin sono arretrati, anche grazie alla massiccia resistenza dell'esercito ucraino. Stanno ora intensificando gli attacchi nel sud del Paese e hanno iniziato a lanciare missili anche contro la città di Odessa. L'Ucraina continua a chiedere armi e sostegno a tutte le nazioni del mondo che condannano l'invasione da parte della Russia. Intanto si moltiplicano le vittime civili. Sempre più i bambini e gli anziani che hanno perso la vita a causa dei bombardamenti.

La puntata di questa sera di Zona Bianca sarà interamente dedicata alla guerra che sta condizionando anche l'economia di tutto il mondo, in particolare quella europea, legata a doppio filo alle importazioni dalla Russia dal fronte energetico. Da questo punto di vista i paesi nelle condizioni peggiori sono la Germania e l'Italia che vogliono affrancarsi dalla dipendenza dalla Russia, una operazione che non può essere portata a termine in tempi strettissimi, occorreranno almeno un paio d'anni. 

Nella puntata di stasera, inoltre, si parlerà molto anche della battaglia di propaganda tra Putin e Zelensky. Fino ad ora è stata senza dubbio vincente quella del premier dell'Ucraina che sulla rete web è presente con i suoi ministri e portavoce in maniera massiccia. Annunciata anche l'apertura di un focus sulla vera natura dei guerriglieri del Donbass che recitano un ruolo importante nella battaglia a sud del Paese. Tra gli ospiti della serata: Vitaliy Klitschko, il sindaco pugile di Kiev, divenuto uno dei personaggi simbolo di questa guerra, in collegamento dall’Ucraina.