Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fedez è a casa con Leone e Vittoria: "Tornare a vivere". Su Instagram ringrazia medici e infermieri: "Mi avete salvato la vita"

  • a
  • a
  • a

La notizia che tutti aspettavano. Perché significa che il peggio potrebbe essere passato e che adesso, anche con l'amore dei figli e della moglie, le giornate saranno più serene. Fedez è tornato a casa, e i figli Leone e Vittoria, lo hanno accolto a braccia aperte. Il rapper milanese, dimesso oggi - giovedì 31 marzo - dall'ospedale San Raffaele di Milano dove era ricoverato dal 22 marzo scorso dopo che gli era stato diagnosticato un tumore al pancreas, ha subito pubblicato su Instagram l'amore dei figli, scrivendo: "Tornare a vivere".

 

 

In precedenza, aveva ringraziato i professionisti del nosocomio: "Grazie a voi che mi avete letteralmente salvato la vita, che mi avete accompagnato e accudito in questi giorni che non sono stati semplici ma che dall’altra parte mi hanno restituito una nuova prospettiva da cui affrontare la vita. Grazie al Prof. Falconi e a tutto il suo incredibile staff. Grazie a tutti gli infermieri e infermiere del reparto. E grazie a voi per la grande umanità e il supporto che mi avete dato. L’amore è la medicina più potente. Si torna a casa, si torna a vivere".

 

 

Fedez aveva comunicato la sua malattia sempre sul suo canale Instagram lo scorso 24 marzo. "Settimana scorsa ho scoperto di avere un raro tumore neuroendocrino del pancreas. Uno di quelli che se non li prendi per tempo non è un simpatico convivente da avere all’interno del proprio corpo. Motivo per il quale mi sono dovuto sottoporre ad un intervento chirurgico durato 6 ore per asportarmi una parte del pancreas (tumore compreso).
A due giorni dall’intervento sto bene e non vedo l’ora di tornare a casa dai miei figli. Ci vorrà un po’. Grazie ai medici, chirurghi e infermieri che mi sono stati accanto in questi giorni intensi. Un grazie immenso anche per tutti i messaggi di supporto e di positività che mi avete fatto arrivare. Vi voglio bene. Federico".