Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sofia Goggia, la rivalità con Federica Brignone e la polemica con la mamma Ninna Quario. Chi è la sciatrice: carriera e successi, ma anche tanti infortuni

  • a
  • a
  • a

Sofia Goggia, campionessa di sci, si racconterà oggi, sabato 26 marzo, a Verissimo. L'atleta bergamasca, 29 anni, ripercorre le proprie gesta nello studio televisivo di Silvia Toffanin, in onda dalle 16,30 su Canale 5. Goggia è la prima olimpionica in discesa libera nella storia azzurra, e prima sciatrice italiana della storia a essere salita sul podio in quattro diverse specialità - discesa, gigante, super-G, combinata - nella Coppa del Mondo di sci alpino, grazie a tredici podi stagionali che le hanno permesso di superare un mostro sacro come Deborah Compagnoni. Nelle scorse settimane ha vinto la Coppa del Mondo di sci alpino nella discesa libera, la terza dopo quelle conquistate nel 2018 e nel 2021. A febbraio, invece, si era portata a casa l'argento olimpico nella discesa libera, a poche settimane da un infortunio al ginocchio, mentre nel 2018, a Pyeongchang, in Corea del Sud, sua prima presenza olimpica, aveva vinto la medaglia d'oro nella discesa libera.

 

 

Già, gli infortuni. Oltre alle tante vittorie, la carriera dell'azzurra è stata sempre costernata da molti problemi fisici, tanto da essere considerata l'araba fenice delle nevi, dal momento che si è sempre rialzata dopo ogni incidente di percorso. Il 23 gennaio aveva subito un infortunio nel Super-G di Cortina, una terribile caduta le aveva procurato una distorsione al ginocchio sinistro con microfrattura del perone e parziale lesione del legamento crociato, già operato nel 2013. Tornando indietro, nel 2007, non ancora 15enne, aveva subito la rottura del legamento crociato e del menisco esterno del ginocchio destro, seguita un anno dopo da un infortunio al menisco, sempre del ginocchio destro. A febbraio del 2011 aveva subito infortunio muscolare e trauma cranico ad Altenmarkt, e l'anno seguente, poche settimane dopo il debutto in Coppa del Mondo, aveva subito la rottura del crociato e del menisco del ginocchio. A Lake Louise, nel 2013, era stata vittima di altri infortuni: del crociato e dei due menischi, e ottobre del 2018 si era fratturata il malleolo peroneale sul ghiacciaio di Hintertux, in Austria, a seguito di una caduta in allenamento. A febbraio del 2020 aveva subito un nuovo infortunio, a seguito di una caduta nel supergigante di Garmisch-Partenkirchen: una frattura scomposta del radio sinistro che l'aveva costretta a fermarsi nuovamente, e anche nella stagione 2020-2021 Goggia era stata vittima di alcuni infortuni: a Garmisch, a febbraio del 2020, si era fratturata il radio del braccio sinistro, chiudendo anzitempo la stagione, e nella stessa località dell'Alta Baviera il 31 gennaio del 2021 aveva subito un trauma distorsivo-contusivo al ginocchio destro, con frattura composta del piatto tibiale laterale, mentre percorreva una pista turistica di Garmisch-Partenkirchen, che l'aveva costretta a fermarsi, impedendole di partecipare ai Mondiali di Cortina d'Ampezzo, dove il 23 gennaio scorso era avvenuto l'ennesimo incidente: "Gli infortuni mi hanno sì tolto dalle gare, ma mi hanno anche dato una forza interiore incredibile", aveva dichiarato la campionessa.

 

 

Una delle sue più grandi rivali è senza dubbio Federica Brignone. Le due si sfidano gara dopo gara, portando all'Italia sempre tante emozioni e successi. Ma le due non hanno mai avuto un grande feeling. Prima dei Giochi, la Brignone aveva risposto ad alcune domande sul loro rapporto al Corriere della Sera: "Ah sì, ha detto così? (riferito a una frase della Goggia sui rapporti migliorati tra le due, ndr) Buon per lei. Per me non sono cambiati. Siamo due persone con caratteri opposti. Si può benissimo convivere, se c’è rispetto reciproco. Da parte mia c'è, in questo momento anche di più. Bisogna togliersi il cappello davanti alle sue prestazioni, gliel’ho anche detto. È una grande atleta, poi il discorso umano è un’altra cosa". Ma dopo il ritorno alle Olimpiadi e l'argento, la mamma di Federica Brignone, la ex sciatrice Ninna Quario, aveva detto a Radio Capital: "Sofia si vede molto al centro dell'attenzione, si piace, si loda tanto e ne gode. Cerca attenzione da morire. Federica invece è timida e non le importa piacere alla gente. Sofia e Federica non sono mai state amiche, non si sono mai prese neanche quando non erano nessuno. Sofia ultimamente ha riferito che sono amiche, ma non è vero. Di sicuro però si rispettano moltissimo come atlete. Sofia possiede una determinazione impressionante ma il suo infortunio non era così grave perché è tornata dopo 23 giorni: se uno si rompe una gamba non credo che possa tornare in pista dopo 23 giorni". La Goggia, in seguito, aveva risposto a Rtl 102.5: "La questione è stata sgradevole, però alla fine cerco di sorvolare. L'altro giorno dopo essere atterrata sono andata a Milano a fare un check dal mio ortopedico da quando ho quattordici anni e mi ha detto che quando ha preso in mano il mio ginocchio dopo Cortina gli è venuto da svenire, perché era messo in condizioni pessime. L'egocentrico penso che metta al centro dell'attenzione i propri problemi, lo sport ad alto livello implica una sorta di egoismo. Se c'è una persona che mi fa sempre le polemiche è sempre lei, chissà come mai".