Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Che tempo che fa stasera domenica 20 marzo. Puntata dedicata alla guerra. Di Maio ospite di Fabio Fazio

  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, domenica 20 marzo, su Rai 3, come tutte le settimane, Che tempo che fa, il programma di attualità, cronaca, costume, confronto e interviste condotto da Fabio Fazio affiancato da Luciana Littizzetto e Filippa Lagerbåck. Alle ore 20 l'anteprima e subito dopo, dalle 20.30 il programma. Ovviamente la puntata sarà dedicata alla guerra in Ucraina e alle conseguenze che stanno investendo tutto il mondo, compresa l'Italia, alle prese con una pesante crisi economica che coinvolge le famiglie e le imprese.

A che punto è il conflitto? La Russia sta incontrando grandi difficoltà, ma non ha alcuna intenzione di desistere e vuole conquistare tutto il Paese. A pagare il conto sono soprattutto i civili. Molte vittime e tante donne e bambini che hanno lasciato il Paese. L'Ucraina continua a chiedere aiuto alla Nato e all'Unione Europea. Per il momento tutte le nazioni che sostengono la resistenza hanno applicato dure sanzioni contro la Russia e inviato armi al fronte della resistenza, ma c'è il rischio che vengano coinvolte sul campo di battaglia? E la Cina che ruolo sta recitando sullo scacchiere della diplomazia? E' davvero definitivamente schiacciata sulle posizioni di Vladimir Putin?

Che tempo che fa proverà a dare risposte a queste e altre domande e a spiegare l'andamento di un conflitto armato che ha letteralmente stravolto le prospettive di numerosi Paesi. Tra gli ospiti della puntata di questa sera, è stato annunciato il ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Luigi Di Maio. E' previsto anche un collegamento in diretta con la tv ucraina e Oleg Paniuta, conduttore del canale tv Ukraina24. Ukraina24 ha preso parte alla maratona nazionale delle principali emittenti tv del Paese riunite in un unico canale, attualmente il solo a essere in onda in Ucraina. Oltre al conflitto armato, infatti, sono in corso anche quelli della comunicazione e della propaganda.