Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gemma Calabresi Milite, chi è la vedova di Luigi, poliziotto assassinato cinquanta anni fa a Milano. Ora un libro per ricordarlo

  • a
  • a
  • a

A Domenica In, oggi 6 marzo, ci sarà anche Gemma Calabresi Milite, vedova del poliziotto Luigi assassinato nel maggio del 1972, durante gli Anni di Piombo, a Milano. Nello studio di Mara Venier presenterà il suo libro La crepa e la luce, dove racconta la sua storia. 

 

 

Nata nel 1946, Gemma Milite Calabresi ha 75 anni. Si è conosciuta con Luigi ad una festa nel Milanese, quando ha 22 anni: tra i due è amore a prima vista, e nel 1969 convolano a nozze. Dal marito, ha avuto tre figli: Mario, Paolo e Luigi, nato pochi mesi dalla morte del padre, da cui prende il nome. Mario Calabresi è un noto giornalista e scrittore italiano. In seguito si è risposata con il poeta e pittore Tonino Milite, che l'ha aiutata a crescere i tre figli del commissario. Milite è morto nel 2015.

 

 

Ma chi era Luigi Calabresi? E' stato uno degli incaricati per le indagini della strage di Piazza Fontana e il suo nome arriva presto sulla bocca di tutti a causa della morte del sospettato Giuseppe Pinelli, precipitato dalla finestra dello studio di Calabresi. Il commissario fu ucciso in un attentato i cui colpevoli vennero individuati anni dopo nelle persone di Ovidio Bompressi e Leonardo Marino quali esecutori, mentre Giorgio Pietrostefanie Adriano Sofri furono ritenuti i mandanti. In quel periodo, Calabresi stava investigando su di un traffico internazionale di esplosivi e di armi che sarebbe avvenuto attraverso il confine triestino e quello svizzero.